cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 00:04
Temi caldi

Catania: frode ad Ue, sequestrati beni per circa 1,5 milioni

24 luglio 2014 | 16.37
LETTURA: 2 minuti

Il provvedimento eseguito nei confronti dell'amministratore di una società operante nel settore della coltivazione e della trasformazione di agrumi

alternate text

La Guardia di finanza di Catania ha eseguito un decreto di sequestro di beni e disponibilità finanziarie per circa 1,5 milioni di euro nei confronti dell'amministratore di una società operante nel settore della coltivazione e della trasformazione di agrumi. Il provvedimento è stato adottato nell'ambito dell'attività di verifica del corretto utilizzo dei fondi stanziati dall'Unione europea per lo sviluppo agricolo.

Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal gip su richiesta della procura della Repubblica etnea, mentre è stata avviata la procedura di blocco del rimanente contributo non ancora erogato. Sono stati sequestrati i saldi di 16 conti correnti, 14 immobili, 21 terreni e quote ed azioni di cinque società. Secondo quanto accertato, a fronte di un contributo di 4,5 milioni di euro per costruire un laboratorio da destinare alla produzione e allo stoccaggio di succhi di frutta, parte dei fondi è stata destinata a finalità non previste. L'amministratore della società è stato denunciato per malversazione in danno dell'Unione europea.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza