cerca CERCA
Mercoledì 20 Gennaio 2021
Aggiornato: 15:26

Ceferin nuovo presidente Uefa, Christillin eletta nel Consiglio Fifa

14 settembre 2016 | 11.38
LETTURA: 5 minuti

alternate text
Atene, 14 set. - (AdnKronos)

Lo sloveno Aleksander Ceferin è stato eletto nuovo presidente della Uefa nel corso del Congresso Straordinario di Atene. Ceferin, avvocato 48enne, sostenuto anche dalla Figc, ha ottenuto 42 voti contro i 13 dell'olandese Michael Van Praag al primo scrutinio e succede al francese Michel Platini.

"Grazie per il vostro fantastico supporto, essere stato scelto come nuovo presidente Uefa è un grande onore ma al tempo stesso una grande responsabilità" sono state le prime parole di Ceferin. Il nuovo presidente Uefa porterà a termine il mandato di Platini che scadrà fra circa due anni e mezzo.

"La mia famiglia è molto orgogliosa, così come la mia bellissima Slovenia. E spero che un giorno anche voi sarete orgogliosi di me", ha aggiunto Ceferin, che aveva già parlato questa mattina di fronte al Congresso per presentare la sua candidatura.

"Non sono uno showman né un uomo dalle promesse irrealizzabili - ha detto lo sloveno - Voglio portare la Uefa a un nuovo livello e le federazioni sono il cuore di questo progetto". "Non sono un sognatore, sono un pragmatico. Sono certo che costruire ponti è fantastico, ma costruirli per tutti è meglio", ha aggiunto nel corso del suo intervento, sottolineando che "la buona governance e la trasparenza sono il punto più importante del mio programma".

"La Figc - ha proseguito Ceferin - è stata una delle mie più grandi sostenitrici. L'Italia mi ha appoggiato da subito, fin da quando la mia vittoria non era ancora chiara. Ha avuto una fiducia speciale in me come persona e sono molto grato all'Italia".

Il nuovo presidente della Uefa ha replicato anche a chi sostiene che dietro la sua elezione ci siano i poteri forti del calcio e non solo. "Un giorno sono il burattino di Infantino, il giorno dopo il burattino di Platini e il terzo giorno il burattino russo. E' chiaro che la gente ha un problema e non riesce a capire che sono indipendente" ha scandito.

In particolare, ha definito "un'invenzione della stampa" le voci secondo cui sarebbe stato in primis il presidente della Fifa, Gianni Infantino, a sponsorizzare la sua elezione: "Se volete chiedermi se mi ha appoggiato, posso rispondervi che lo spero. Ma non so nulla di più. Se l'ex segretario generale della Uefa crede che io possa essere la persona giusta per questo incarico, forse vuol dire che conosce l'organizzazione. Ma non c'è stato nessun appoggio ufficiale da parte di Infantino".

Dopo la sua elezione, l'altro candidato Van Praag si è complimentato con lui dicendosi pronto a collaborare: "Non siamo nemici, io e lui abbiamo lo stesso obiettivo: vogliamo una Uefa migliore e diversa. Ringrazio i Paesi che mi hanno sostenuto fin dall'inizio. Ma oggi la democrazia ha parlato e io la rispetto", ha detto l'olandese.

Ceferin è nato a Lubiana il 13 ottobre 1967. Laureato alla facoltà di legge di Lubiana, ha lavorato nello studio legale di famiglia e si è specializzato nel rappresentare atleti professionisti e società sportive. In seguito è stato nominato direttore dello studio. È entrato formalmente nel calcio locale nel 2005 lavorando nella dirigenza del KMN Svea Lesna Litija, una delle squadre slovene di maggior successo.

Membro del comitato esecutivo della squadra dilettantistica dell'FC Ljubljana Lawyers dal 2005, ha lavorato per l'NK Olimpija Ljubljana dal 2006 al 2011. Sposato e padre di tre figli, Ceferin parla correntemente inglese e italiano ed è stato eletto presidente della Federcalcio slovena (NZS) nel 2011. Inoltre, ha ricoperto gli incarichi di secondo e terzo vicepresidente della Commissione legale Uefa a partire dal 2011.

Assumendo la guida della Federcalcio europea, Ceferin segue le orme di Ebbe Schwartz (Danimarca), Gustav Wiederkehr (Svizzera), Artemio Franchi (Italia), Jacques Georges (Francia), Lennart Johansson (Svezia) e Platini (Francia), tutti presidenti Uefa dalla sua fondazione nel 1954.

CHRISTILLIN ELETTA IN CONSIGLIO FIFA - Nel corso del Congresso Uefa riunito ad Atene Evelina Christillin è stata eletta nel Consiglio Fifa. L'Italia torna quindi nel board del governo mondiale del calcio.

"Ringrazio la Figc per aver avuto l'idea di candidarmi e per la forza con cui ha sostenuto la mia candidatura, sono emozionata e onorata di rappresentare la Uefa all’interno del massimo organismo calcistico internazionale. Da oggi mi metto a disposizione di tutte le Federazioni e sono felice di essere al servizio del mondo del calcio per la sua crescita ed il suo sviluppo" ha detto Christillin dopo la sua elezione. La manager torinese è la prima donna europea a entrare nel governo mondiale del calcio.

"L'elezione di Evelina Christillin è una bella notizia per il calcio e per tutto lo sport italiano - ha commentato il presidente della Figc, Carlo Tavecchio - Negli ultimi mesi la Figc ha costruito le condizioni affinché fosse l'Italia a proporre la prima donna europea a sedere nel Consiglio Fifa e oggi festeggiamo un grande successo. Con la sua esperienza sono convinto che darà un contributo importante per lo sviluppo del calcio mondiale".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza