cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 11:20
Temi caldi

Razzismo: Celentano parla in un video al bimbo che difese senegalese

26 agosto 2020 | 15.19
LETTURA: 1 minuti

alternate text
screenshot dal video in apertura

Adriano Celentano fa un video sui social rivolgendosi direttamente al bambino che il 3 agosto scorso ha difeso un ragazzo senegalese sulla spiaggia di Castiglione della Pescaia dagli insulti razzisti del proprio padre. Caso rimbalzato subito sulla stampa online e cartacea lo stesso giorno.

"Succede sempre così…Si comincia con uno spintone…O addirittura con un pugno. E il risultato…Sarà sempre dello stesso tipo…", scrive l'artista sui social prima di prendere la parola: "Ciao Vicky - dice Celentano al bambino - posso immaginare quanto tu abbia sofferto in quei brutti momenti però non so perché ma qualcosa mi dice che forse tuo padre ha sofferto più di te - gli parla così il molleggiato su Instagram e facebook - Certo non quando ha perso le staffe con quel ragazzo, ma subito dopo quando tutto era finito e ripensandoci, pensando al momento più acceso della discussione, lui si deve essere accorto che in quel momento, eri tu il genitore e lui il figlio che andava difeso. Sì difeso, ma non dal povero senegalese che non chiedeva altro che un po’ di refrigerio, ma difeso da quel nemico che fin dalla nascita è dentro ognuno di noi, sempre pronto ad arrabbiarsi e a manifestare il proprio io, la propria inutile forza e quasi mai un gesto di fratellanza. E tu questo gesto l’hai fatto e tuo padre che ti vuole bene l’ha capito".

Celentano sulle note di un suo brano del 1982 dal titolo 'Conto su di Te', riprende il tema 'Dobbiamo tornare bambini se non vogliamo svegliarci assassini'. Le immagini del video postato dal molleggiato si aprono con scontri e distruzioni, come a tracciare un'unica linea che sottolinea le responsabilità dei padri nei confronti dei figli.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza