cerca CERCA
Giovedì 21 Ottobre 2021
Aggiornato: 17:45
Temi caldi

Centro: Cesa (Udc), nostro dovere far nascere presto partito moderati

14 settembre 2014 | 12.42
LETTURA: 2 minuti

''La Costituente Popolare per come la immagino io deve essere un processo costruito mettendo insieme più teste, più idee. Deve essere un progetto popolare e plurale appunto. Altrimenti facciamo l'ennesimo partito padronale, come tutti quelli che hanno fallito nella Seconda Repubblica ed hanno portato sull'orlo del fallimento anche l'Italia. E noi questo errore non vogliamo farlo e non lo faremo''. Lo ha detto Lorenzo Cesa, segretario nazionale Udc, concludendo la festa dell'Unione di Centro a Chianciano Terme, dedicata al dibattito sulla nascita di un nuovo partito aggregatore delle varie sigle moderate.

''Sappiamo quanto è importante la figura del leader e arriverà anche il momento del leader. Ma i partiti costruiti tutti intorno a una sola persona finiscono - ha sostenuto Cesa - con l'identificarsi con quella persona e alla lunga si perdono dietro a quella persona''.

''Ora si tratta di mettere insieme - e alla svelta, perché la gente ormai giustamente vuole vedere i fatti - gli spunti raccolti e iniziare a forgiare, sul territorio e in Parlamento, il nuovo soggetto politico che a mio avviso - ha sottolineato Cesa - abbiamo il dovere di far nascere quanto prima se vogliamo ridare speranza ad un popolo, quello del ceto medio, che oggi non ha voce perché non ha un partito che lo tuteli in cui riconoscersi e non ha occhi, è cieco, perché non ha nessuno che gli indica una direzione, una prospettiva per il futuro''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza