cerca CERCA
Domenica 29 Maggio 2022
Aggiornato: 00:31
Temi caldi

Mattone

Cerchi casa? Ecco il segreto per spendere meno

20 aprile 2016 | 09.48
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Spesso chi deve acquistare la prima casa ha un solo obiettivo in mente: spendere poco. E così comprare all'asta può rivelarsi conveniente non solo per imprese e banche ma anche per i privati, soprattutto nel corso del 2016, come ricorda 'Studio Cataldi'. Ora a intervenire, oltre ai vantaggi tipici delle vendite giudiziarie che, grazie ai ripetuti ribassi, permettono un abbattimento del costo dell'immobile rispetto al suo valore, saranno le misure introdotte dal decreto legge Banche convertito in legge pochi giorni fa.

Tra queste si evidenzia la previsione di un importo fisso per le imposte (di registro, ipotecaria e catastale) pari a 200 euro ciascuna, al posto dell'aliquota del 9% richiesta finora sul valore di assegnazione del bene. Ciò significa che per dare una spinta al collocamento degli immobili in sede di vendita giudiziaria, si potrà risparmiare notevolmente sull'acquisto. Un esempio? Poniamo che un immobile valga 200mila euro. Il costo relativo alle imposte sarebbe stato di 18mila euro.

Tuttavia, le agevolazioni valgono solo per chi acquista entro il 31 dicembre 2016. Per quanto riguarda i privati, inoltre, se l'immobile è destinato a prima abitazione, non c'è l'obbligo di rivenderlo entro due anni, mentre resta valido per le imprese.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza