cerca CERCA
Venerdì 16 Aprile 2021
Aggiornato: 10:46
Temi caldi

Champions, Lazio-Bruges 2-2: biancocelesti agli ottavi

08 dicembre 2020 | 20.54
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Afp

La Lazio si qualifica per gli ottavi di finale di Champions League, un risultato che mancava da 20 anni ai biancocelesti. La squadra di Inzaghi passa il turno con qualche patema nel finale grazie al pareggio per 2-2 con il Bruges all'Olimpico con i belgi ridotti in dieci uomini che colpiscono una clamorosa traversa nel recupero. Ai biancocelesti non bastano le reti di Correa e Immobile su rigore per conquistare i tre punti. La Lazio si qualifica come seconda del gruppo F con 10 punti dietro al Borussia Dortmund che si porta a 13 dopo il successo in rimonta 2-1 sullo Zenit San Pietroburgo.

Per la sfida decisiva Inzaghi ha tutti a disposizione, in difesa ritrova Hoedt e in avanti schiera Correa vicino a Immobile con Milinkovic-Savic a centrocampo. La Lazio si spinge subito in avanti in pressione sui portatori di palla del Bruges e al 12' è già in vantaggio: verticalizzazione di Leiva per Luis Alberto, velo di Correa e palla che arriva allo spagnolo, sinistro angolato deviato da Mignolet ma è pronto Correa a seguire l'azione e ad appoggiare a porta vuota per il vantaggio. La gioia dura poco al 15' i belgi pareggiano: destro di Lang dal limite, Reina respinge male addosso a Vormer che da pochi passi mette dentro il pallone dell'1-1. Il Bruges ci riprova al 19' con un sinistro violento dal limite di De Ketelaere con la palla che esce di poco.

La qualità superiore della squadra di Inzaghi si vede e al 27' la Lazio è di nuovo in vantaggio: fallo da rigore di Mata su Immobile. Lo stesso attaccante va sul dischetto e batte Mignolet per il 2-1. Il Bruges accusa il colpo e al 36' rischi ancora: punizione di Luis Alberto che crossa sul secondo palo dove Leiva calcia trovando il muro di maglia arancioni davanti a sé. Al 39' il Bruges resta in dieci uomini: secondo giallo per Sobol, che era stato graziato dall'arbitro Cakir, per un fallo ancora su Lazzari, ed espulsione, con la Lazio che chiude senza pericoli la prima frazione di gioco.

Ad inizio ripresa verticalizzazione di Immobile per Correa che entra in area inseguito da Kossounou e scarica il diagonale che sfiora il palo più lontano. Al 55' ci prova su punizione Milinkovic-Savic ma non trova di poco lo specchio della porta. Un minuto dopo Immobile scambia in area con Marusic, l'esterno arriva sul fondo e prova il tiro sul primo palo con Mignolet che respinge con il corpo.

Il Bruges prova ad uscire con la Lazio che controlla la gara e cerca il terzo gol. Al 74' contropiede con Luis Alberto che innesca Immobile dentro l'area di sinistra, destro a giro del capitano che termina alto, occasione sprecata e gol subito. Al 76' il Bruges pareggia: cross dalla destra di Vormer e Vanaken si infila tra i due centrali e buca Reina per il 2-2. All'80' lungo lancio per il neo entrato Caicedo che entra in area e serve all'indietro un compagno che non c'è.

All'83' altro brivido per la Lazio: sugli sviluppi del corner Reina perde il pallone dopo aver subito fallo da Deli e Milinkovic salva sulla linea di porta ma Cakir fischia e ferma tutto. Al 92' clamorosa occasione per il Bruges: azione prolungata della formazione belga che va alla conclusione con De Ketelaere che dal limite dell'area piccola di sinistra calcia di potenza trovando la traversa interna, poi il pallone esce fuori, con Reina fermo a guardare. Scampato il pericolo la Lazio tiene il pallone lontano dalla sua area e riesce a conquistare il punto che le serviva per passare il turno.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza