cerca CERCA
Lunedì 16 Maggio 2022
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

Choc in Gb, cani mutilati per seguire trend sui social e venduti a cifre da capogiro

13 dicembre 2021 | 17.21
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Cani mutilati da cuccioli per seguire una tendenza diffusa sui social media. Succede in Gran Bretagna dove, come rivela una indagine della Bbc, gli allevatori si offrono di tagliare parte le orecchie dei cani per ragioni estetiche. Si tratta di una procedura ritenuta illegale dall'Animal Welfare Act in vigore nel Regno Unito, ma gli allevatori che praticano queste mutilazioni sono pronti a offrire passaporti illegali per gli animali domestici facendo credere che l'operazione è stata effettuata all'estero. Un giornalista della Bbc sotto copertura ha ricevuto un'offerta di acquisto di un cane con le orecchie mutilate per 13mila sterline, con tanto di passaporto e microchip. ''Se ti fanno domande dici che l'hai comprato così da un irlandese, che è venuto dal'Europa e che questo è tutto quello che sai'', ha detto l'allevatore Moheiz Adam al giornalista della Bbc. Sui social lo stesso Adam ha definito "un peccato" che la mutilazione fosse considerata illegale in quanto dava ai cani un "aspetto sorprendente".

Questo tipo di mutilazione ''non ha alcuna giustificazione'' e potrebbe creare problemi di salute o comportamentali ai cani, ha spiegato alla Bbc Paula Boyden di 'Dogs Trust'. "Alcuni animali sviluppano infezioni o non amano che le persone gli tocchino le orecchie - ha detto - Abbiamo anche riscontrato problemi comportamentali perché i cani comunicano con le orecchie e senza potrebbero avere difficoltà a farlo con i loro proprietari o con altri cani". Daniella Dos Santos, ex presidente della British Veterinary Association (Bva), si è detta "devastata" dall'esito dell'inchiesta. "Il taglio delle orecchie è una mutilazione illegale che viene eseguita per nessun altro motivo se non per ragioni estetiche'', ha detto alla Bbc, sottolineando che ''non ci sono benefici per la salute di questi cani".

Un altro allevatore, Joshua Harty di Cardiff, ha detto a un giornalista della Bbc sotto copertura che anche lui avrebbe potuto eseguire la mutilazione, fornire un passaporto e un microchip per animali domestici. "Per ottenere le orecchie, il passaporto e il chip normalmente ci vogliono circa 500 sterline - ha detto - Ho portato i cani a mostre in Irlanda, Spagna e ovviamente ho dovuto attraversare i confini. Con questi passaporti non ho mai avuto problemi". Dos Santos ha detto che ciò che Harty stava suggerendo era "tutto completamente illegale, il taglio delle orecchie, i passaporti falsi, tutto questo è un sistema losco. Ancora una volta, considerano gli animali come merci e macchine per fare soldi piuttosto che come esseri viventi".

Alcuni cuccioli mutilati e sequestrati a un allevatore illegale a Cardiff sono stati presi in cura dalla organizzazione benefica per il salvataggio dei cani Hop. L'attivista Vanessa Waddon ha detto di temere che la richiesta di acquisto di questi cani fosse guidata da influencer sui social media che pubblicavano immagini di cani con le orecchie tagliate. In merito ha citato il calciatore Marcus Rashford, la cantante dei Little Mix Leigh-Anne Pinnock e Jack Fincham di Love Island. "Ogni volta che le celebrità pubblicano qualcosa online, le persone inevitabilmente pensano 'oh quel cane sembra carino, forse ne prenderò uno così'", ha detto. "Mentre le celebrità potrebbero aver importato i cani legalmente, ci sono persone che li allevano illegalmente nel Regno Unito per soddisfare la domanda", ha aggiunto. A tal proposito il governo britannico sta esaminando una proposta di legge per vietare l'importazione di cani con orecchie tagliate e di cuccioli di età inferiore ai sei mesi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza