cerca CERCA
Sabato 27 Febbraio 2021
Aggiornato: 23:03
Temi caldi

Ciampolillo e voto in extremis, senatore spiega come è andata

20 gennaio 2021 | 10.33
LETTURA: 1 minuti

Il senatore ex M5S: "Ci ho pensato fino all'ultimo secondo". Poi sottolinea: "Ci sono tre momenti per votare, non cambia il risultato se voti prima o dopo"

alternate text
Immagine di repertorio (Fotogramma)
(Adnkronos)

"Io ero lì in Aula ma era un voto importante, ci ho pensato fino all'ultimo secondo". Il senatore del gruppo Misto, Alfonso Ciampolillo, spiega quanto accaduto ieri sera in Senato durante la votazione sulla fiducia. L'ex esponente M5S ha tenuto Palazzo Madama col fiato sospeso: dopo essere stato riammesso alla votazione sulla fiducia dalla presidente Casellati, ha dato il suo sì al governo Conte.

"Ho pensato che era il momento di guardare con coraggio al futuro - ha detto questa mattina il parlamentare pugliese in collegamento con Agorà - di superare le divisioni. Ho pensato che in questo momento ,con questa crisi, c'era la necessità non di anteporre gli interessi dei singoli partiti ma di guardare al bene della nazione. In questo momento dobbiamo pensare ai giovani, alle imprese che devono riaprire e alle scuole che devono ripartire".

"Ci sono tre momenti per votare, non cambia il risultato se voti prima o dopo", ribadisce incalzato da Luisella Costamagna che gli ricorda il suo ritardo .

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza