cerca CERCA
Venerdì 09 Dicembre 2022
Aggiornato: 14:11
Temi caldi

Cibus, taglio nastro con Patuanelli, in fiera 3mila espositori, 70mila operatori e buyers

02 maggio 2022 | 19.21
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Oltre 3 mila aziende espositrici, migliaia di buyers esteri che torneranno finalmente nella Food Valley e 70 mila operatori professionali attesi di cui oltre il 10% esteri. Sono i numeri di Cibus 2022, la fiera internazionale dell’agroalimentare made in Italy che torna ai livelli pre-pandemia per qualità e quantità di espositori e che apre i battenti domani fino al 6 maggio a Fiere di Parma. L’atteso appuntamento, organizzato dall'ente fiera e da Federalimentare, sarà inaugurato da Stefano Patuanelli, ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali e da Manlio Di Stefano, sottosegretario agli Affari Esteri.

Gli operatori professionali italiani della Distribuzione e della Ristorazione a Cibus non solo incontrano tutti i loro fornitori in essere e potenziali, ma trovano idee e soluzioni per tutti i canali del Food&Beverage. Arriveranno circa 2000 top buyer da Stati Uniti d’America, Europa, Medio Oriente, Sud America e Asean. Ai top buyers italiani ed esteri è destinato il programma “Cibus destination”, visite guidate e percorsi tematici in fiera e sul territorio, dedicati a produzioni tipiche, territorialità, fuori casa e sostenibilità.

Le aziende sono pronte ad esporre agli operatori economici i loro prodotti, mille di questi sono novità assolute ancora da immettere sul mercato. Spazio all'innovazione con l’Area Horeca the Hub, il Cibus Innovation Corner con cento nuovi prodotti selezionati da una giuria di esperti e l’Innovation Hub, con Start Up innovative. Si terranno inoltre decine di convegni a cui parteciperanno i rappresentanti di Industria, Agricoltura, Distribuzione e del mondo politico.

Altra novità è rappresentata dal programma Cibus Food Saving, i volontari di Banco Alimentare recupereranno i prodotti che le aziende espositrici, al termine della manifestazione, scelgono di salvare dallo spreco, donandoli.

Patuanelli e Di Stefano interverranno al convegno d’apertura che ha per tema "La responsabilità economica e sociale dell’agroalimentare italiano - Come continuare a garantire l’accesso al Cibo e al Lavoro durante e dopo le crisi, attraverso un nuovo modello di sviluppo sempre più sostenibile". Al convegno inaugurale seguirà l’Assemblea nazionale di Federalimentare dal titolo "Dal Covid alla guerra: il diritto al cibo, la coesione sociale. Il ruolo dell’industria alimentare”, con la relazione del presidente Ivano Vacondio e l'intervento del presidente di Confindustria Carlo Bonomi e che vedrà anche la partecipazione del ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli e del senatore Pier Ferdinando Casini.

Inoltre a seguire, si terrà il convegno di Ice Agenzia che illustrerà Il nuovo servizio basato sulla tecnologia Blockchain che mette a disposizione di 300 piccole e medie industrie, a titolo gratuito, un sistema innovativo di tracciamento della filiera per valorizzare il Made in Italy e contrastare l'Italian Sounding. Mentre il 4 maggio sarà presentato “Cibus4Sustainability” è il progetto ideato e organizzato da Cibus, in collaborazione con PwC Italia, sulle buone pratiche sostenibili di industria e distribuzione. Le potenzialità dell’export, sempre il 4, saranno analizzate nel convegno “La dinamica delle private label a livello internazionale”, moderato da Antonio Cellie, ceo di Fiere di Parma, con la partecipazione di Romolo De Camillis, Retailer Director di Nielsen Iq, aziende e insegne distributive.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza