cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 02:33
Temi caldi

Borsa: piazze cinesi affondano, Shanghai -4,2% Shenzhen -5,4%

21 agosto 2015 | 09.48
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Crollano le Borse della Cina (Infophoto)

Nuovo drastico ribasso per le Borse della Cina, che chiudono la settimana senza un rimbalzo dopo dati negativi dal settore manifatturiero, che confermano il rallentamento dell'economia del Dragone.

Lo Shanghai Composite cede il 4,2% a 3.507 punti, lo Shenzhen Component perde il 5,4% a 11.902 punti.

Male anche il ChiNext Index, che lascia sul terreno il 6,65% a 2.341 punti. L'indice raccoglie le imprese hi-tech e ad alto tasso di crescita quotate alla Borsa di Shenzhen, nel Guangdong, Cina meridionale.

In questi ultimi cinque giorni, dopo il tonfo più pesante di martedì, le piazze finanziarie cinesi hanno perso circa il 12%. Lo Shanghai Composite index, da lunedì, ha registrato una perdita del 12,7% arrivando a 3.500 punti. Lo Shenzhen Component, invece, ha perso il 12,7% passando da 13.573 punti agli 11.900 di oggi.

Secondo He Fan, capo economista di Caixin Insight Group, il dato odierno dell'indice Pmi evidenzia come il rallentamento dell'economia cinese "non abbia ancora 'toccato il fondo'", ma che, dopotutto, "la probabilità di un rischio sistemico resta sotto controllo e la struttura dell'economia sta ancora migliorando".

C'è ancora una certa "pressione", sostiene l'economista, "per mantenere alti i tassi di crescita, ma per realizzare gli obiettivi a cui ha puntato quest'anno, il Governo cinese deve mettere a punto una politica fiscale e monetaria che assicuri la stabilità macroeconomica e che velocizzi le riforme strutturali del Paese. Questo - conclude - potrà rassicurare il mercato", in particolare le Borse della Cina "e rinnovare il vigore dell'economia".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza