cerca CERCA
Venerdì 28 Gennaio 2022
Aggiornato: 01:38
Temi caldi

Cinema: Virzi', vincere Nastro e' come Premio Cipputi per operaio Fiom

28 giugno 2014 | 18.12
LETTURA: 2 minuti

Roma, 28 giu. - (Adnkronos/Cinematografo.it) - "Prendere un Nastro oggi dai giornalisti cinematografici è come prendere il Premio Cipputi negli anni '70 per un operaio della Fiom, visto che scrivere di cinema oggi, soprattutto per i più giovani, significa farlo gratis o per poco più di una mancia". Così Paolo Virzì interviene a Taormina, dove questa sera al Teatro Greco gli verrà consegnato il Nastro per il miglior regista, e quello per la sceneggiatura a sei mani con Francesco Bruni e Francesco Piccolo, per 'Il capitale umano', trionfatore con sei riconoscimenti dei premi del sindacato giornalisti cinematografici.

Tra i premiati, miglior regista esordiente con 'La mafia uccide solo d'estate', anche Pif, che paragonando il nostro cinema alla Nazionale italiana scherza: "Meglio Sorrentino che Balotelli". A elogiare la nostra produzione anche Claudio Santamaria, Personaggio dell'anno Persol per l'interpretazione ne 'Il venditore di medicine': "Un premio a un cinema civile, un film come quelli che un tempo eravamo tanto bravi a fare", e Carlo Buccirosso, miglior attore non protagonista con Paolo Sassanelli per 'Song 'e Napule' dei Manetti Bros., giudicato dai giornalisti migliore commedia: "Il cinema italiano può e deve ripartire da questi film, piccoli ma coraggiosi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza