cerca CERCA
Giovedì 23 Settembre 2021
Aggiornato: 12:58
Temi caldi

Cioccolato a rischio salmonella, barrette ritirate anche in Italia

24 agosto 2015 | 17.07
LETTURA: 3 minuti

alternate text

"Il Gruppo Dr. Schär ha ritirato a scopo precauzionale e a tutela del consumatore il prodotto 'Twin Bar' (Ean Code 8008698010235) a marchio Schär dal mercato. Dr. Schär - comunica una nota - è stata infatti informata dal produttore che fornisce la barretta la cioccolato a varie aziende in Europa, Italia inclusa, della possibilità che il prodotto contenga tracce di salmonella. Il consumo viene vivamente sconsigliato. Parliamo nello specifico delle seguenti date di scadenza/lotti (Mhd): 21.05.16; 22.05.16; 26.05.16; 07.07.16; 08.07.16; 09.07.16. Lotti e date di scadenze successive non sono implicate".

La settimana scorsa l'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (Usav) svizzero aveva lanciato una comunicazione in merito alle barrette 'Twin Bar' a rischio salmonella, "un germe - ricorda la Dr. Schär - in grado di provocare infezioni all'apparato digerente. Il consumo di alimenti contenenti Salmonella può provocare malessere, dissenteria, vomito e febbre. Questi sintomi possono presentarsi in forma più acuta nei bambini, in anziani e in persone con sistema immunitario debole".

"Dr. Schär ha prontamente reagito - prosegue la nota - ritirando i sopracitati lotti dalla rete di vendita e ha già informato le farmacie e i negozi specializzati, chiedendo il ritiro dei prodotti in questione. Al momento non risultano casi confermati con sintomatologie inerenti e si tratta di una misura precauzionale, onde escludere ogni minimo rischio per i nostri consumatori. Ci rammarichiamo molto per il disagio causato a tutti gli attori coinvolti e soprattutto al consumatore - conclude l'azienda - ma questa azione di ritiro è necessaria per non provocare eventuali rischi di contagio". Per chiarimenti e ulteriori informazioni in merito, i consumatori possono rivolgersi al servizio consumatori gratuito di Dr. Schär: 800 84 70 81.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza