cerca CERCA
Sabato 29 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:51
Temi caldi

Commercio: Cisal, su agenti aprire confronto e corretta rappresentanza

27 maggio 2017 | 16.00
LETTURA: 3 minuti

Al Forum Agenti il segretario generale del sindacato Cavallaro è intervenuto anche su voucher e Ape, con la Federagenti per ribadire il proprio impegno per l'occupazione e le pensioni della categoria (video)

alternate text

La Cisal attende che "si apra il richiesto confronto con il governo sulle tematiche relative agli agenti di commercio", chiedendo "pensioni dignitose e meccanismi che consentano una corretta rappresentanza dei lavoratori nel rapporto con le istituzioni".

Un messaggio rilanciato oggi in occasione di un incontro organizzato nell'ambito del Forum Agenti, alla Fiera di Roma, incentrato sull'Enasarco, durante il quale il segretario generale della Cisal, Francesco Cavallaro, ha rimarcato il sostegno della Confederazione alle iniziative di Federagenti Cisal sul fronte previdenziale, fiscale e normativo e ha anticipato azioni concrete del sindacato a tutela dei lavoratori.

“L’ingresso di Federagenti Cisal negli organi direttivi di Enasarco, con 2 rappresentanti nel Cda e 7 nell’assemblea dei delegati, ci consente di svolgere un’azione più efficace a fini previdenziali a favore di agenti, rappresentanti e venditori”, ha affermato Cavallaro.

“L’altissimo consenso ricevuto nelle elezioni dello scorso giugno - ha proseguito - ha assegnato a Federagenti Cisal un ruolo molto importante, decretandone il primato come associazione di categoria che conta singolarmente il maggior numero di rappresentanti nella Fondazione. Un ruolo che si traduce, in primis, nell’esigenza di introdurre meccanismi che consentano a tutte le parti realmente rappresentative dei lavoratori di svolgere la necessaria interlocuzione con governo e istituzioni".

"Proprio per garantire tale prerogativa, la Cisal chiede alla Fondazione Enasarco di modificare il proprio regolamento elettorale, in modo da consentire a tutti i sindacati di categoria di partecipare alle prossime elezioni in condizioni di parità, abolendo le corsie preferenziali oggi esistenti per i firmatari dei contratti collettivi. In caso contrario, difficilmente saranno gli interessi dei lavoratori a prevalere”, ha avvertito Cavallaro.

Risultati e strategie del nuovo corso inaugurato dall’ingresso di Federagenti Cisal in Enasarco sono stati oggetto degli interventi di Luca Gaburro, segretario generale di Federagenti Cisal e consigliere d’amministrazione di Enasarco, Carlo Bravi, direttore generale di Enasarco, Raffaella Corsetti, membro dell’assemblea dei delegati dell’Ente, e Francesco Caporale, consulente sindacale Federagenti Cisal Roma.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza