cerca CERCA
Lunedì 17 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:46
Temi caldi

Lavoro: Cisco-Miur, intesa su alternanza scuola per competenze digitali

25 luglio 2017 | 16.56
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Agostino Santoni ad Cisco Italia e il ministro Valeria Fedeli

Cisco Italia e il ministero per l’Istruzione, università e ricerca hanno siglato oggi un protocollo di intesa per l’alternanza scuola lavoro. Al centro dell’accordo c’è il progetto Impres@Digitale, un modello per l’alternanza scuola lavoro ideato da Cisco Italia per promuovere cultura e competenze digitali, coinvolgendo gli studenti, ma anche i loro insegnanti. Ragazze e ragazzi che frequentano gli ultimi tre anni di scuola superiore potranno acquisire le competenze specifiche e trasversali che sono necessarie oggi per lavorare ed essere cittadini in un mondo sempre più digitalizzato.

Impres@Digitale, infatti, affianca alla formazione legata alle tecnologie, all’imprenditorialità digitale, alla programmazione anche la possibilità di rafforzare le cosiddette 'soft skills', come la capacità di lavorare in gruppo, saper gestire il proprio tempo, capire come gestire correttamente le fasi di un progetto, il problem solving.

Un valore aggiunto del progetto ideato da Cisco è l’attenzione per la formazione dei docenti, che a loro volta potranno così trasmettere agli studenti più giovani modelli e logiche utili per il loro futuro professionale e per favorire il pieno sviluppo della 'cittadinanza digitale' fra le nuove generazioni.

“Le competenze digitali -ha commentato Agostino Santoni, amministratore delegato di Cisco Italia- sono al centro del nostro investimento per accelerare la digitalizzazione del Paese: è un onore rafforzare la nostra storica alleanza con il mondo della scuola impegnandoci direttamente nel quadro dell’alternanza scuola lavoro".

"Per noi è chiaro che il digitale offre ai giovani gli strumenti per affrontare le sfide importanti che li riguardano: trovare lavoro, avere spazio per impiegare il proprio talento e far crescere le proprie idee innovative ma anche, se lo desiderano, potere creare in prima persona le tecnologie che vorrebbero per il loro futuro", ha spiegato.

"Abbiamo pensato al progetto Impres@Digitale -ha sottolineato- per aiutare a diffondere competenze che sono richieste dalle aziende, servono in qualunque ambito professionale e soprattutto sono parte integrante dell’essere cittadini in una società connessa e globale”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza