cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 23:48
Temi caldi

Già stati attivati sei cantieri

Ciucci (Anas): dopo alluvione Sardegna 54 interventi da eseguire

21 febbraio 2014 | 20.21
LETTURA: 3 minuti

Il presidente dell'Anas Pietro Ciucci, in qualità di commissario delegato per gli interventi di ripristino sulle strade in gestione all'Anas e alle Provincie in Sardegna (ai sensi dell'art. 1 co. 123 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147), ha illustrato questa mattina, presso la Prefettura di Nuoro, il piano degli oltre 50 interventi di ripristino della rete viaria, necessari a rendere transitabili le arterie in piena sicurezza.

All'incontro, convocato da Ciucci, sono intervenuti tra gli altri il Prefetto di Nuoro Giovanni Meloni, i presidenti delle amministrazioni provinciali e i rappresentanti di altri Enti locali. Nel corso della riunione il presidente dell'Anas ha descritto i sopralluoghi effettuati nella giornata di ieri sia sulla viabilità provinciale di Nuoro e Olbia Tempio, sia in alcuni cantieri già attivi sulle strade statali. In particolare sulla rete stradale di competenza dell'Anas, saranno eseguiti 17 interventi di ripristino e messa in sicurezza, per un costo di circa 10 milioni di euro. Sulla viabilità provinciale gli interventi da eseguire sono 37 per un costo di circa 40 milioni di euro.

Due interventi del piano sono stati già avviati. In particolare la realizzazione di un bypass provvisorio per ridare continuità alla SP45 in provincia di Nuoro, dove i lavori sono stati consegnati nella giornata di ieri, e la realizzazione di uno svincolo provvisorio tra la SP24 e la SS131DCN in comune di Olbia, per ricollegare ad Olbia l'abitato di Loiri e gli altri abitati interni. Per quest'ultimo intervento la gara è già stata avviata e si prevede di poter consegnare i lavori i primi giorni di marzo.

Per tutti gli interventi del piano la progettazione sarà completata entro il prossimo mese di maggio, i lavori saranno progressivamente avviati entro luglio e potranno concludersi entro la fine dell'anno in corso o le prime settimane del 2015. Sarà data priorità agli interventi necessari a ripristinare viabilità interrotta, e, ove possibile, si valuterà la possibilità di realizzare interventi provvisori finalizzati a garantire la transitabilità in sicurezza, nelle more della realizzazione degli interventi definitivi.

Tra gli interventi previsti dal piano anche il ripristino sulla statale 125 ''Orientale Sarda'', chiusa al traffico in prossimità dell'abitato di Posada a causa di notevoli danni al rilevato stradale. I lavori potrebbero concludersi prima dell'inizio della prossima estate. Lo scorso 6 febbraio il Consiglio dei ministri ha sbloccato le risorse disponibili nel bilancio dell'Anas anche per il ripristino delle strade provinciali.

Si tratta di 50 milioni di euro utilizzabili grazie ad una apposita ordinanza del Capo della Protezione civile che rende pienamente operative le funzioni commissariali assegnate al presidente dell'Anas Pietro Ciucci. L'Anas, soggetto attuatore, ha istituito su richiesta del Commissario una struttura operativa di 30 unità con possibilità di avvalersi di tutte le funzioni aziendali competenti. Il Commissario si avvale inoltre di una struttura di supporto specialistica.

''In anticipo rispetto al piano l'Anas ha già attivato mediatamente dopo l'alluvione gli interventi urgenti per la riparazione dei danni sulla rete di propria competenza -ha aggiunto Ciucci- investendo una somma di circa un milione di euro, consentendo la riapertura al traffico di quasi tutte le arterie''.

In particolare sono già stati attivati sei cantieri, uno dei quali si è concluso ai primi di dicembre 2013 sulla strada statale 127 Olbia-Tempio. Lo scorso 13 febbraio sono stati ultimati i lavori tra i km 67,700 e 68,000 della strada statale 131 DCN, in provincia di Nuoro, con la riapertura della carreggiata in direzione Olbia". Sono in fase di conclusione i due cantieri sulla SS129 ''Trasversale sarda'', nonché I lavori sulle strade statali 389VAR e 198.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza