cerca CERCA
Lunedì 12 Aprile 2021
Aggiornato: 00:00
Temi caldi

Clima, febbraio più freddo della media in Russia e Nord America

08 marzo 2021 | 11.49
LETTURA: 1 minuti

I dati di Copernicus Climate Change Service: temperature molto al di sopra della media su parti dell'Artico e in una fascia che si estende verso est, dall'Africa nord-occidentale e dall'Europa meridionale alla Cina

alternate text
(Fotogramma/Ipa)

A livello globale, il mese di febbraio 2021 si è attestato vicino alla media del periodo 1991-2020 (0.26°C più caldo rispetto alla media registrata nel periodo 1981-2010): gran parte di Russia e Nord America hanno visto un febbraio molto più freddo della media 1991-2020, mentre è stato un mese con temperature molto al di sopra della media su parti dell'Artico e in una fascia che si estende verso est, dall'Africa nord-occidentale e dall'Europa meridionale alla Cina.

E' quanto rileva Copernicus Climate Change Service (C3S), implementato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio raggio da parte dell’Unione Europea, che pubblica ogni mese bollettini climatici che riportano i cambiamenti osservati nella temperatura globale dell'aria in superficie, della copertura di ghiaccio e delle variabili idrologiche.

Nel suo complesso, l’Europa ha registrato temperature vicine alla media 1991-2020, anche se alcune parti dell'Europa hanno visto una notevole variazione delle temperature durante il mese.

Per quanto riguarda l'inverno boreale (dicembre 2020 - febbraio 2021), la regione che ha registrato temperature superiori alla media è quella che copre Canada nord-orientale, Groenlandia e Oceano Artico, mentre la Siberia si è distinta come la regione con temperature più basse della media.

Le temperature invernali per l'Europa nel suo complesso, sono state lievemente superiori rispetto alla media 1991-2020.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza