cerca CERCA
Venerdì 21 Gennaio 2022
Aggiornato: 07:00
Temi caldi

Milano: Codacons, BikeMi idea vincente, ma scarsa manutenzione bici

28 agosto 2015 | 11.14
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Uno stallo del BikeMi (Infophoto)

Il BikeMi, il servizio di bike sharing gestito dall'Atm di Milano, "è sicuramente un’idea vincente, che ha convinto tantissimi cittadini ad abbandonare le macchine, gli scooter o le moto, per muoversi a Milano senza inquinare". Tuttavia, ci sono alcune criticità su cui occorerebbe intervenire, per migliorare il servizio, come ad esempio la manutenzione delle biciclette, che spesso presentano dei malfunzionamenti, specialmente al cambio e ai pedali.

Lo segnala il Codacons, notando che "i risultati conseguiti, comunque considerevoli, potrebbero essere ancora maggiori". Un primo problema è quello della sicurezza dei ciclisti in una città poco bike-friendly come Milano, tra pavé, rotaie e strade strette: "Nonostante l’estensione e la creazione di nuove piste ciclabili, queste non risultano essere sempre sicure per la sicurezza dei ciclisti", continua l'associazione.

Sono "molti gli incidenti verificatesi, che ancora non hanno convinto tutti ad abbandonare l’auto per muoversi solamente con biciclette e mezzi pubblici". Ci sono anche altre criticità che attengono direttamente la gestione del servizio: "Innanzitutto la app, che dovrebbe consentire a tutti gli utenti del servizio di tenere sotto controllo le proprie attività",. Invece, "non svolge a dovere le proprie funzioni".

"Per verificare infatti se la riconsegna della bicicletta è andata o meno a buon segno - sottolinea il Codacons - è necessario collegarsi da un computer, con la app infatti non è possibile, perché non esiste la possibilità di entrare con i propri dati, verificando così i gli stessi. Occorrerebbe o consentire ad ogni utente di accedere alla propria pagina personale, così da tenere tutto sotto controllo in qualsiasi momento, oppure tramite un servizio notifiche".

"Anche il sistema di geolocalizzazione - prosegue il Codacons - non funziona in modo corretto, essendo molto lento e creando disagi ad alcuni utenti".

Infine, conclude l'associazione, "alcune perplessità riguardano la manutenzione dei mezzi; molte biciclette provate non funzionavano correttamente (e il problema non è affatto nuovo, ndr), presentando il cambio o i pedali che davano dei problemi. Sarebbe necessario svolgere un controllo serio sui mezzi utilizzati, per evitare anche il verificarsi di incidenti" per gli utenti del BikeMi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza