cerca CERCA
Lunedì 05 Dicembre 2022
Aggiornato: 22:08
Temi caldi

Professioni: Colap, 7 aree intervento per far crescere Paese

26 ottobre 2017 | 14.25
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Emiliana Alessandrucci presidente Colap

"Lanceremo 7 aree di intervento (politiche del lavoro, attestazione delle competenze, fisco e previdenza, formazione, rapporti con la Pa, rappresentanza, valorizzazione dei beni culturali). L'obiettivo in tutte le aree sarà: maggiore competitività, valorizzazione delle competenze, apporto che le professioni associative possono dare alla crescita del nostro Paese". Così la presidente del Colap, Emiliana Alessandrucci, presenta l'evento '#Ccresce, Il Colap cresce e rilancia: economia, sviluppo, competenza, eccellenza', che si svolgerà domani, venerdì 27, e sabato 28 ottobre, a Roma presso il centro studi Mater Ecclesiae.

I presidenti delle associazioni e i loro delegati si incontrano per mettere a punto le proposte del programma Colap 2017-2021. "Quando scrivemmo a Sabaudia nel 2015 la road map del Colap con 'Riparte l’Italia' -continua- fummo ambiziosi. Gli esiti hanno forse superato le nostre aspettative: in due anni risultati così importanti erano impensabili. Ora sta a noi farli camminare da soli. Ma non voglio compiacermi dei successi perché sarebbero effimeri, se non fossimo in grado di spingerci più avanti, se nel 2015 ripartivamo ora dobbiamo crescere".

“Il 9 giugno quando sono stata riconfermata -sottolinea Alessandrucci- ho promesso che il programma di questi prossimi quattro anni lo avremmo costruito insieme, eccoci lo stiamo facendo. E lo faremo con la certezza che non si possono arrestare i cambiamenti evolutivi dell’economia, del lavoro, delle professioni, non guarderemo indietro timorosi delle nuove sfide, non alzeremo muri, né tenteremo protezioni, anzi faremo di più: lo impediremo a chi intende farlo".

"In questo ultimo anno, in particolare, abbiamo visto -fa notare- molte organizzazioni di professioni organizzate muoversi verso un processo lento e insidioso di restaurazione, abbiamo cercato di smascherare tutti i biechi tentativi a cui ogni tanto la politica ha strizzato l’occhio. Parlo della proposta Sacconi per l’equo compenso per i professionisti ordinisti e l’articolo 5 del Jobs act del lavoro autonomo che prevede nella sostanza nuove riserve professionali, sempre a firma Sacconi".

"Questo invito -chiarisce- faccio ai nostri presidenti quando andranno a lavorare domani nei tavoli tematici: pensate e proponete interventi per la crescita delle professioni e del nostro Paese. Recuperiamo la fiducia persa e vedrete che gran parte del cambiamento sarà già attivato. Il nostro Paese ha bisogno di coraggio, di idee e di nuova rigenerata fiducia".

Il programma della prima giornata vedrà infatti, tutti i presidenti e i loro referenti, riuniti in plenaria, ad approfondire temi grazie al contributo autorevole dei nostri invitati che animeranno il dibattito. "Sarà -anticipa Alessandrucci- una giornata importante fatta di confronti costruttivi tra politica, mondo accademico e professioni, una di quelle giornate che somiglia alla semina del grano: dove si gettano tanti semi sperando di vederli trasformati in numerose spighe e poi chissà in pane".

Prevista la presenza di Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro della Camera, e di Bernardo Polverari, capo gabinetto Funzione Pubblica esperto di sistemi di semplificazione e di riforma della Pa. "Con Polverari -dice la presidente del Colap- faremo una panoramica generale degli interventi normativi più significativi in termini di semplificazione, sui progetti in lavorazione e su come queste innovazioni possono aiutare la ripresa del mercato del lavoro; ma soprattutto cercheremo di rafforzare la collaborazione tra funzione pubblica e professioni".

"Con Titti di Salvo, membro della commissione Lavoro della Camera e firmataria della legge di revisione delle casse di previdenza, affronteremo -assicura- anche il tema della maternità, dal punto di vista delle lavoratrici autonome. Approfitteremo della presenza, di Maurizio del Conte, presidente di Anpal, per discutere di #politicheattive e delle previsioni di cui all'articolo 10 della legge 81/2017 'Accesso alle informazioni sul mercato e servizi personalizzati di orientamento, riqualificazione e ricollocazione'".

"Con Michel Martone -continua- cercheremo di approfondire il tema sul Jobs act e Jobs act del lavoro autonomo, ma anche più in generale di fare una riflessione sull’evoluzione del lavoro e sulle prospettive che si affacciano oggi per i nostri professionisti. Con Tiziano Treu, presidente del Cnel, parleremo di rappresentanza, del nuovo ruolo del consiglio e dell’esclusione delle professioni associative dalla rappresentanza nella consigliatura del Cnel".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza