cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 04:50
Temi caldi

Colore, arte e natura in passerella a Milano

20 febbraio 2014 | 10.10
LETTURA: 4 minuti

In un clima di ritrovata fiducia si è aperta la settimana della moda milanese dedicata alla donna del prossimo inverno. Un inno alla sobrietà per Chicca Lualdi, che manda in scena abiti rigorosi e classici. In passerella un mood di tessuti tipicamente da uomo riletti al femminile: tweed e double spezzati da texture diverse vengono movimentati da inserti di pelliccia che si fondono nel tessuto dando vita a grafiche nette. Anche i ricami intervengono ma con grande sobrietà. Le stampe geometriche stanno a suggerire la contemporaneità della collezione che è anche austera, come indicano i davantini bianchi, che tuttavia nell'insieme diventano un vezzosi. Minimalista non è Angelo Marani, che manda in scena un tripudio di colori tra stampe. Quadri viventi tra impressionismo francese e secessionismo viennese, il liberty anglo-indiano, il deco' e lo Jugendstil tedesco: quella che va in scena è una collezione che vede impressa sugli abiti una sorta di unione europea delle arti. La collezione di Simonetta Ravizza per il prossimo inverno si compone non più solamente di pellicce come capospalla, ma anche "di pelliccia che si compone di piccoli pezzi, il gilet lavorato a intarsi da indossare sotto un cappotto, o il cincilla mixato con la pelle". le tonalità della collezione sono scure ma brillanti, con una predominanza di verdi e di blu. Non manca ovviamente il maculato. E intanto Camera nazionale della moda, con il suo presidente Mario Boselli e il neo ad Jane Reeve, scalda i motori per Expo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza