cerca CERCA
Mercoledì 08 Dicembre 2021
Aggiornato: 05:16
Temi caldi

Compleanno amaro per Bossi, 'tradito dai miei'

19 settembre 2015 | 18.07
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Compleanno amaro per Umberto Bossi, che spegne le 74 candeline a Gemonio, nella casa di famiglia, con la moglie Manuela Marrone, i figli e gli amici più cari, come d'abitudine. Tante le telefonate ricevute dal Senatur in queste ore. Esponenti della vecchia maggioranza che hanno governato al suo fianco raccontano all'Adnkronos di un Bossi giù di corda, provato dagli eventi delle ultime settimane.

A fiaccare l'umore del 'lumbard' non gli acciacchi, con la caduta a Montecitorio che gli è costata 4 interventi chirurgici, ma la decisione di Camera e Senato di costituirsi parte civile contro di lui per l''affaire' Belsito, il vecchio tesoriere indagato assieme al Senatur nel processo per truffa aggravata sui 40 milioni di euro di rimborsi elettorali presi dalla Lega dal 2008 al 2010. La doccia fredda per Bossi non dalla notizia in sé, ma dal fatto -avrebbe lamentato ad alcuni senatori- che la Lega non abbia preso le sue difese.

L'ufficio di presidenza che mercoledì scorso ha sancito la scelta di costituirsi parte civile è stato infatti disertato dall'unico esponente del Carroccio presente nell'organismo parlamentare, Davide Caparini. Non solo. Bossi ignorava che anche il Senato, il 25 giugno scorso, avesse assunto la medesima decisione, perché nessuno, tra gli esponenti del Carroccio, lo aveva allertato. Motivo di grande amarezza per il vecchio leader della Lega. Intanto su Twitter arrivano gli auguri di Roberto Maroni e Matteo Salvini. "Auguri Umberto, sei nel nostro cuore per sempre", scrive il governatore lombardo. "Buon compleanno Umberto!", gli fa eco a stretto giro il segretario federale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza