cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 04:45
Temi caldi

Con 'EcoLife' consigli per uno stile di vita a basso impatto ambientale

07 aprile 2014 | 17.03
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Dimezzare gli alimenti che finiscono nella spazzatura, bere acqua del rubinetto, ricordarsi la sporta della spesa, aderire a un gruppo d'acquisto solidale, spostarsi di più in bicicletta, non scaldare la casa oltre i 19 gradi. Sono alcuni dei consigli utili per ridurre le emissioni di Co2 e rispettare l'ambiente. A suggerirli è "EcoLife - Stili di vita ecologici per la riduzione della Co2", progetto di Legambiente, AzzeroCo2, Deep Blue, Acli e Movimento Difesa del Cittadino, cofinanziato dalla Commissione Europea.

Una campagna informativa rivolta ai cittadini che spiega il legame tra comportamenti umani e cambiamenti climatici, suggerendo scelte pratiche per ridurre le emissioni di Co2, senza compromettere la qualità della vita. Con l'istituzione di 30 centri informativi disseminati in tutta Italia, una mostra itinerante sul cambiamento climatico, un portale web e un gioco virtuale che simulerà nuovi stili di vita sostenibili, il progetto EcoLife divulgherà ai cittadini una serie di informazioni utili per modificare il proprio modo di vivere, partendo da temi quotidiani come mobilità, energia, shopping e nutrizione, servizi pubblici, tempo libero, vita in casa e negli ambienti collettivi.

EcoLife fornisce indicazioni sui livelli di emissioni climalteranti prodotti dalle azioni quotidiane, proponendo alternative sostenibili. E, oltre al potenziale di riduzione delle emissioni associato a ogni comportamento virtuoso, informa i cittadini del risparmio economico che deriva da ogni scelta e dei vantaggi sociali che ne conseguono.

La campagna parte dal presupposto che l'impegno dei singoli sia fondamentale: secondo le ultime elaborazioni dell'Enea, solo il 23% dell'energia (sia termica che elettrica) è consumata dall'industria a fronte del 35% per usi civili ed il 31% per i trasporti.

Alcune variazioni nel nostro stile di vita possono portare a dei benefici sia ambientali che economici: installare un pannello solare termico sul tetto di casa permette di produrre acqua calda per tre persone risparmiando più di 100 euro l'anno di combustibili ed evitando l'emissione di 150Kg di Co2 equivalente.

Tra risparmio energetico, spesa a km0, mobilità sostenibile, una famiglia può arrivare a risparmiare in media 160 euro al mese per un totale di circa 2mila euro l'anno.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza