cerca CERCA
Martedì 30 Novembre 2021
Aggiornato: 00:15
Temi caldi

Lavoro

Concorso cancellieri 2017: le date delle prove usciranno il 3 marzo

14 febbraio 2017 | 12.09
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Le date delle prove d'esame del Concorso pubblico per 800 posti a tempo indeterminato per il profilo di assistente giudiziario, bandito a novembre, saranno pubblicate in Gazzetta Ufficiale il prossimo 3 marzo. E' quanto si legge sul sito del Ministero della Giustizia. Le date erano inizialmente attese per oggi.

I candidati hanno avuto tempo fino al 22 dicembre per iscriversi alla selezione e fino al 28 febbraio - come si legge sul sito del Ministero - "potranno accedere al sistema di acquisizione delle domande esclusivamente a fini di consultazione con possibilità di scaricare la ricevuta e l’ultima domanda di partecipazione inviata".

Il Concorso Cancellieri 2017 è aperto a tutti i maggiorenni in possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado. L'esame prevede due prove scritte, "articolate in una serie di domande a risposta multipla su materie predefinite, da svolgersi in un unico tempo", e un colloquio orale.

La prima prova scritta consisterà nella somministrazione di 60 domande a risposta multipla e avrà come oggetto elementi di diritto processuale civile. A ogni risposta esatta verrà attribuito il punteggio positivo di 0,50; a ogni risposta sbagliata o multipla verrà assegnato il punteggio negativo di 0,15; alle risposte omesse non verrà attribuito alcun punteggio.

A questa prova sarà assegnato un punteggio massimo di 30 punti. Per superare la prova è necessario ottenere un punteggio di almeno 22,5 su 30. Anche la seconda prova scritta (avente come oggetto elementi di diritto processuale penale) si articolerà in 60 domande, secondo le stesse modalità della precedente.

Il colloquio orale verterà sulle stesse materie delle prove scritte nonché su elementi di ordinamento giudiziario, elementi di servizi di cancelleria e "nozioni sul rapporto di pubblico impiego alle dipendenze della pubblica amministrazione".

Comprenderà, inoltre, l’accertamento della conoscenza di una lingua straniera a scelta del candidato (tra francese, inglese, spagnolo e tedesco) e dell’uso delle apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza