cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 23:48
Temi caldi

Consiglio Stato, senza test ingresso no accesso da ateneo straniero

17 aprile 2014 | 16.02
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Roma, 17 apr. (Adnkronos Salute) - "Non può essere ammessa l'iscrizione di uno studente che proviene da un'università straniera ad un corso di laurea a numero chiuso di un ateneo italiano in caso di mancato superamento dell'esame di preselezione". Lo ha stabilito il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 01722 del 10 aprile 2014, rigettando il ricorso fatto da uno studente iscritto al terzo anno del corso di laurea specialistica in Odontoiatria e protesi dentaria presso un ateneo rumeno, contro il diniego opposto da un'università italiana alla sua domanda di trasferimento.

Secondo la sentenza - riporta sul proprio sito web la Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) - l'onere di superare il test di ingresso opera dunque non solo per l'accesso al primo anno di corso, ma anche, "stante l'inequivoco disposto normativo", anche in caso di accesso diretto ad anni di corso successivi, per trasferimento da altra università. "Se si consentisse l'iscrizione di studenti provenienti da università straniere – sempre secondo il Consiglio di Stato – chiunque non abbia superato l'esame di ammissione potrebbe immatricolarsi presso un ateneo straniero e chiedere, l'anno successivo, il trasferimento presso un'università italiana. Gli effetti elusivi sarebbero evidenti, mettendo a rischio la stessa effettività della funzione selettiva e di programmazione".

"Sottolineo l'importanza di questa sentenza – afferma il presidente della Commissione albo odontoiatri (Cao) nazionale, Giuseppe Renzo – emanata dal massimo organo di giurisdizione amministrativa dello Stato italiano, che mi auguro possa segnare un'inversione di tendenza nel contenzioso giuridico relativo a queste tematiche".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza