cerca CERCA
Mercoledì 28 Settembre 2022
Aggiornato: 06:02
Temi caldi

Consob: banche italiane restano esposte a rischio sovrano

05 maggio 2014 | 13.22
LETTURA: 1 minuti

Il rischio sovrano, con lo spread Btp-Bund intorno a 160 punti, fa meno paura di qualche anno fa, ma le banche italiane, come quelle spagnole, restano pesantemente esposte nei confronti dei titoli di Stato del proprio Paese. A ricordarlo è la Relazione per il 2013 della Consob.

Gli investimenti delle banche in titoli di Stato domestici si sono accentuati nel corso della crisi, rinforzando il legame tra banche e Stati sovrani: dal 2010 l'esposizione delle banche italiane e spagnole verso i titoli del debito pubblico domestico ha registrato un notevole incremento, portandosi, alla fine del terzo trimestre 2013, rispettivamente, al 10% (+3 punti percentuali) e al 9% (+4 pp) del totale attivo.

A fine settembre 2013, in termini assoluti, l'ammontare di titoli di Stato domestici detenuti dalle banche italiane e spagnole superava i 400 e i 300 mld di euro rispettivamente. Per le banche tedesche, l'esposizione verso il debito sovrano domestico risultava superiore a 400 mld, pari al 6% del totale attivo. Per le banche inglesi e francesi si rilevano invece "valori estremamente più contenuti, sia in termini assoluti sia rispetto al totale attivo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza