cerca CERCA
Giovedì 26 Maggio 2022
Aggiornato: 07:38
Temi caldi

Lavoro: consulenti, regime diritto privato in consorzi industriali

25 maggio 2017 | 16.50
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Il rapporto di lavoro nei consorzi industriali è regolato da norme di diritto privato. E' la conclusione a cui è giunta la Fondazione Studi consulenti del Lavoro con l'approfondimento di oggi, nel quale ripercorre le ultime pronunce della Corte di Cassazione sul tema. Come scrivono i consulenti, "sempre più spesso, infatti, la pubblica amministrazione utilizza forme di esternalizzazione per erogare i propri servizi; da qui il proliferare di società e consorzi, partecipate dallo Stato, per le quali si pone il problema della qualificazione giuridica nonché dell'individuazione della disciplina applicabile alla gestione dei rapporti di lavoro".

Come scrivono i consulenti, "l'inquadramento della qualificazione giuridica dei consorzi di sviluppo industriale, di per sé non univoca a causa della commistione della natura delle funzioni che sono destinati ad assolvere, è complicato da una legislazione alluvionale e non sempre coordinata e paga il peccato originale dell’assenza, a monte, di una definizione normativa unitaria di pubblica amministrazione, presupposto necessario della qualificazione qui ricercata". "Nello specifico, la particolare struttura dei consorzi di sviluppo industriale, il loro diverso modo di atteggiarsi in relazione agli scopi di diversa natura che intendono perseguire -si legge ancora nell'approfondimento- hanno generato nel tempo un dibattito giurisprudenziale dagli esiti spesso contrastanti, tanto da richiedere più volte l’intervento delle sezioni unite".

Secondo i consulenti del lavoro, "confermata la natura di ente pubblico economico dei consorzi industriali, deve ritenersi che, in difetto di una espressa previsione contraria, il rapporto di lavoro del personale di tali enti resti assoggettato al regime dei rapporti di lavoro privato". "Appare perciò possibile sintetizzare, con il conforto della più recente giurisprudenza di legittimità, che: 'a questi rapporti di lavoro non trova applicazione il d.lgs. n. 165/2001', perché 'stante la natura (esclusivamente) privatistica del rapporto di lavoro dei dipendenti di un Consorzio industriale, deve ritenersi che lo stesso agisca ed operi (in tale ambito) iure privatorum' (Cass.civ.sez.lav., 31 ottobre 2016, n. 21990)", concludono.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza