cerca CERCA
Sabato 04 Dicembre 2021
Aggiornato: 21:52
Temi caldi

Conte riparte dall'Inter

31 maggio 2019 | 10.09
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Antonio Conte (AFP)

Con l'ufficializzazione dell'approdo all'Inter arrivato all'alba, Antonio Conte incomincia ufficialmente la sua avventura sulla panchina nerazzurra. Classe 1969, il tecnico leccese torna ad allenare in Serie A dopo i due anni passati al Chelsea con cui ha vinto già nella prima stagione il campionato inglese diventando il quarto tecnico italiano a conquistare la Premier League dopo Ancelotti, Mancini e Ranieri.

L'assenza dal campionato italiano di Conte, considerando l'esperienza alla guida della Nazionale italiana dal 2014 al 2016, è di quasi 5 anni: era infatti il 15 luglio 2014 quando Conte annunciò l'addio alla Juventus dopo 3 stagioni. L'arrivo sulla panchina bianconera è datata 31 maggio 2011 quando Conte torna a Torino dopo 7 anni da calciatore con la 'Vecchia signora'. La prima vittoria è per 4-1 col Parma. L'avvio è subito vincente: 19 risultati utili consecutivi nel girone di andata e scudetto, il primo della sua carriera, a fine stagione. Ad agosto si conferma alzando al cielo la Supercoppa italiana.

Il 5 maggio 2013 vince il secondo scudetto consecutivo ripetendosi poi in Supercoppa. La striscia di successi non si ferma, arrivano il terzo di seguito con il record di punti, 102, in Europa League la Juventus si ferma in semifinale contro il Benfica.

L'esordio in panchina risale invece al 2005 quando è il vice di Luigi De Canio al Siena. Nella stagione successiva è allenatore dell'Arezzo, in Serie B ma dopo 5 pareggi e 4 sconfitte viene esonerato e poi richiamato retrocedendo a fine stagione in Lega Pro. Nel dicembre 2007 l'approdo al Bari dove conquista la salvezza. Confermato per la stagione successiva ripaga la fiducia accordatagli portando il club in Serie A.

Dopo Bari, Conte sceglie l'Atalanta ma si dimette dopo 13 giornate. Nel maggio 2010 diventa il tecnico del neo-retrocesso Siena. Coi toscani ottiene il secondo posto in Serie B riportando i toscani in A.

Lunga e vincente anche la carriera di Conte anche come calciatore. Di ruolo centrocampista, il neo tecnico dell'Inter veste 2 maglie, quella Lecce, sua città natale, e poi quella della Juventus con cui gioca dal 1991 al 2004 realizzando 44 reti e collezionando 419 presenze. Tanti i successi in bacheca: 5 scudetti, una Coppa Italia, 4 Supercoppe italiane, una Champions League, una Coppa Intercontinentale, una Coppa Uefa e una Supercoppa Europea. Con la maglia della Nazionale dal 1994 al 2000 colleziona 20 presenze arrivando secondo ai mondiali negli Stati Uniti con Sacchi in panchina nel 1994 (sconfitta ai rigori col Brasile, ndr) e secondo agli Europei vinti dall'Olanda nel 2000.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza