cerca CERCA
Sabato 24 Luglio 2021
Aggiornato: 22:55
Temi caldi

Conte scherza: "In partenza per Bruxelles affiliamo le armi"

16 luglio 2020 | 14.53
LETTURA: 1 minuti

Il premier: "Stiamo affinando lo studio dei dossier. Rush finale, speriamo proficuo"

alternate text
(Fotogramma)

“Sono voluto essere qui nonostante l’appuntamento impegnativo che mi attende. Sono in partenza per Bruxelles, stiamo affilando le armi... stavo per dire, ma sarebbe una metafora impropria. Stiamo affinando, ecco, lo studio dei dossier per questo rush finale, che speriamo sia proficuo”. Così il premier Giuseppe Conte, al Museo d’arte contemporanea di Roma, prima della partenza per il Consiglio Ue.

"E’ un momento importante per la Ue. Siamo in una fase cruciale perché questa pandemia è una sfida epocale che ha costretto la nostra comunità a confrontarsi con dei sacrifici che non erano stati assolutamente preventivati - ha rimarcato Conte - Però io dico anche che un Paese, quando da queste fasi storiche riesce a cogliere delle opportunità, dimostra di essere un grande Paese e noi dobbiamo avere l'ambizione di essere un grande Paese".

Intervenendo alla presentazione dei lavori della task force ‘Donne per un nuovo Rinascimento’, il premier si è soffermato sulle pari opportunità. "Ci sono già delle proposte di legge in Parlamento, trovo ingiustificabile la disparità di condizioni. Ho già espresso la necessità di intervenire con adeguati strumenti legislativi sulla parità delle retribuzioni. E confido che ci possa essere su questo un ok unanime del Parlamento" ha sottolineato il presidente del Consiglio.

"Dobbiamo essere ambiziosi - ha scandito - Dobbiamo migliorare le nostre condizioni di vita e se diamo spazio alle donne questo obiettivo sarà più raggiungibile. Dobbiamo lasciare più spazio alle donne, perché così abbiamo più garanzie di salvare questo pianeta".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza