cerca CERCA
Martedì 03 Agosto 2021
Aggiornato: 11:47
Temi caldi

Continua il calo dei prestiti e la crescita delle sofferenze delle banche

10 dicembre 2014 | 12.44
LETTURA: 2 minuti

I dati di Bankitalia evidenziano ancora problemi per il settore del credito. Frena comunque la caduta dei finanziamenti, -2,1% a ottobre rispetto al -2,3% a settembre, e l'aumento delle sofferenze, +19,3% contro il +19,9% a settembre

alternate text

Continua il calo dei prestiti delle banche italiane. Così come continuano ad aumentare le sofferenze, i finanziamenti che non vengono onorati. La fotografia di Bankitalia descrive le difficoltà che persistono nel mercato del credito. Anche se si registra un leggero miglioramento rispetto ai picchi della crisi.

I prestiti al settore privato hanno registrato una contrazione su base annua del 2,1 per cento (-2,3 per cento a settembre). I prestiti alle famiglie sono scesi dello 0,6 per cento sui dodici mesi (-0,7 per cento nel mese precedente); quelli alle imprese sono diminuiti, sempre su base annua, del 3,1 per cento (-3,3 per cento a settembre).

Il tasso di crescita sui dodici mesi delle sofferenze, senza correzione per le cartolarizzazioni ma tenendo conto delle discontinuità statistiche, è risultato pari al 19,3 per cento (19,9 per cento a settembre).

Cresce invece la raccolta, anche se con un incremento più contenuto rispetto al mese scorso. A ottobre il tasso di crescita sui dodici mesi dei depositi del settore privato è stato pari al 2,3 per cento (3,6 per cento a settembre). La raccolta obbligazionaria, includendo le obbligazioni detenute dal sistema bancario, è scesa del 17,4 per cento su base annua (-14,2 per cento nel mese precedente).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza