cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 22:43
Temi caldi

Contratto statali, motori accesi

26 giugno 2017 | 07.03
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Firma dell'accordo per il nuovo contratto della Pa, lo scorso 30 novembre (dall'account Twitter del ministro Madia)

Dopo otto anni di blocco e a due anni dalla sentenza della Consulta, che obbligava a riaprire la contrattazione nel pubblico impiego, parte la stagione contrattuale 2016-2018 per gli statali.

Domani, infatti, le confederazioni sindacali sono convocate all'Aran (Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni) per l'avvio delle trattative sui rinnovi dei contratti.

Grande attesa per gli oltre 3,3 milioni di dipendenti pubblici che dovrebbero percepire, a regime, un aumento medio mensile di 85 euro, secondo quanto pattuito nell'accordo tra il ministro della Funzione pubblica Marianna Madia e Cgil, Cisl e Uil il 30 novembre 2016.

La convocazione arriva dopo l'invio dell'atto di indirizzo generale da parte del ministro e il successivo incontro con i comitati di settore all'Aran sul testo. Incontro che, secondo quanto riferito dalla stessa Madia, ha avuto un esito positivo. L'atto di indirizzo corrisponde alla piattaforma presentata dal governo e rappresenta il punto di partenza del tavolo in cui i sindacati faranno le loro proposte. Cgil, Cisl e Uil - nonostante la soddisfazione per l'avvio della trattativa - chiedono che in fase di contrattazione ci sia il rispetto dell'accordo quadro firmato il 30 novembre a Palazzo Vidoni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza