cerca CERCA
Sabato 25 Giugno 2022
Aggiornato: 13:04
Temi caldi

Controlli antimafia su fondi Pnrr, Sinpref dice sì a monitoraggio da prefetture

17 marzo 2022 | 08.14
LETTURA: 1 minuti

alternate text
Immagine di archivio - FOTOGRAMMA

Il Sinpref, sindacato dei Prefetti, condivide pienamente la proposta del Presidente del Consiglio di Stato, Franco Frattini, formulata in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario del Tar Calabria, di attivare presso ogni Prefettura una struttura dedicata alle attività di controllo antimafia sui fondi del Pnrr che arriveranno sui territori. “Si tratta di una proposta che, nel riconoscere il ruolo determinante svolto dai Prefetti, va nella direzione che da tempo indichiamo'', dichiara Antonio Giannelli, presidente del Sinpref, sottolineando che “come ha detto il presidente Frattini, che ringraziamo per l’attenzione rivolta ai delicati compiti svolti per contrastare le infiltrazioni criminali nell’economia legale, quando arriveranno concretamente le enormi risorse pubbliche occorrerà che ogni Prefettura disponga delle forze in campo necessarie a rispondere presto e approfonditamente alle richieste di verifica antimafia”.

“Anche in questo caso, dobbiamo richiamare l’attenzione del Governo sulle gravi carenze di personale che si registrano in tutte le prefetture rese ancora più evidenti dalla gestione della emergenza umanitaria dei profughi ucraini - aggiunge - E proprio per questo chiediamo con forza di prendere in esame la possibilità di assumere personale qualificato a tempo determinato specificatamente destinato alle attività antimafia in prefettura, secondo quanto già fatto per l’attuazione del Pnrr e sulla scorta dell’esperienza della ricostruzione in Emilia. Oltre, poi, a sgravare le prefetture da competenze di amministrazione attiva ormai anacronistiche e che però richiedono l'assiduo impegno di personale che ben potrebbe essere destinato a funzioni strategiche, come quelle auspicate dal Presidente Frattini”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza