cerca CERCA
Giovedì 07 Luglio 2022
Aggiornato: 07:13
Temi caldi

Coou al Motorshow per sensibilizzare sul riuso degli oli usati

10 dicembre 2014 | 11.12
LETTURA: 4 minuti

I cittadini per saperne di più possono andare all'indirizzo internet www.coou.it e qui trovare le prime informazioni su quelli che sono i centri di raccolta nazionale dislocati sul territorio

alternate text

Sensibilizzare sul tema del riutilizzo degli oli usati. E' questo l'obiettivo dello stand allestito presso il Motorshow di Bologna dal Consorzio Obbligatorio (Coou). Ecologia e uso consapevole degli oli usati sono i cardini della presenza di Coou alla manifestazione motoristica bolognese. “Il consorzio obbligatorio degli oli usati -ha detto Elena Susini, responsabile comunicazione di Coou- si occupa della raccolta di un rifiuto pericoloso cioè l'olio lubrificante usato. Lo fa gratuitamente su tutto il territorio nazionale attraverso l'opera di settantadue aziende".

"Bisogna sapere che -ha aggiunto- può essere raccolto, anzi che deve essere raccolto. Viene rigenerato e viene rimesso sul mercato come nuovo lubrificante. Si tratta quindi di un ciclo completo da usato a nuovo e da nuovo a usato trasformandosi da rifiuto a risorsa. E' importantissimo sottolineare tutto ciò. Non solo, come Coou, siamo di supporto ai comuni che sono i gestori dei siti in questione e lavoriamo insieme per l'ambiente e per rendere tutto più semplice anche ai cittadini che vogliono portare avanti lo smaltimento fai da te”.

L'edizione 2014 del Motorshow è stata una occasione per il Consorzio obbligatorio degli oli usati per continuare a sensibilizzare sulla importanza del riutilizzo di materiale lubrificante usato. Una attività che riguarda anche il privato cittadino. “Come Coou -ha sottolineato ancora Elena Susini- ci preme fare passare il messaggio che anche i privati cittadini, coloro che effettuano il cambio dell'olio da soli in una logica di fai da te, possono portare l'olio usato presso i centri di raccolta gratuitamente perché esso viene rigenerato e viene rimesso sul mercato".

I cittadini per saperne di più possono andare all'indirizzo internet www.coou.it e qui trovare le prime informazioni su quelli che sono i centri di raccolta nazionale dislocati sul territorio. L'intervento di Coou, al Motorshow di Bologna è stato anche occasione per sottolineare la importanza delle norme di sicurezza in caso di smaltimento fai da te. Sempre Elena Susini ha dichiarato: “ Lo smaltimento fai da te deve seguire delle regole base di sicurezza perché si sta lavorando con un rifiuto pericoloso: quindi è opportuno usare dei guanti e mettere l'olio lubrificante usato all'interno di contenitori ermeticamente chiusi. E' importante ricordare anche che il conferimento presso l'isola ecologica è completamente gratuito”.

La presenza del Coou al Motorshs di Bologna è stata anche caratterizzata dalle gare di slot car. Una iniziativa ludica attraverso la quale il Consorzio intende sensibilizzare i visitatori della manifestazione bolognese sulla importanza del riutilizzo degli oli usati attraverso l'iniziativa “Impara, gioca e vinci”.

Per accedere alle competizioni basta superare un breve test sulla corretta gestione dei rifiuti pericolosi e in particolare dell'olio lubrificante. Da qui si accede ad una competizione con premiazione serale e, al termine della manifestazione, i primi tre della classifica sfideranno dei veri professionisti di slot car nel quarto “Gran Premio Coou”. Una nuova tappa di sensibilizzazione per un consorzio che in 30 anni di attività ha raccolto oltre cinque milioni di tonnellate di materiale lubrificante destinandone il novanta per cento alla rigenerazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza