cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 14:17
Temi caldi

L'iniziativa

Cori in metropolitana per dare voce ai pazienti con mieloma, ecco 'Amplificami''

20 maggio 2016 | 13.22
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Performance musicali estemporanee del gruppo vocale 'I SeiOttavi', già concorrenti di X-Factor, presso alcune stazioni della metropolitana di Milano e Roma, i prossimi 30 e 31 maggio. Il tutto per dare voce ai pazienti con mieloma multiplo e far sapere loro che non sono soli a combattere contro questo tumore del sangue. E' la campagna 'Amplificami', realizzata da Amgen con il patrocinio di Favo onlus - Federazione italiana delle associazioni di volontariato in oncologia, presentata oggi a Roma.

Nel nostro Paese almeno 14.000 persone convivono con una diagnosi di mieloma multiplo, un tumore del sangue molto aggressivo che colpisce le plasmacellule, un tipo di globuli bianchi che, normalmente, hanno la funzione di combattere le infezioni producendo anticorpi. L'accumulo di plasmacellule anomale comporta la formazione di lesioni ossee molto dolorose. La malattia viene in genere diagnosticata tra i 65 e i 70 anni, tuttavia, non riguarda solo l'anziano: ben il 37% dei pazienti, al momento della diagnosi, ha un'età inferiore ai 65 anni. Più di un paziente su tre.

Fino a pochi anni fa le terapie usate più comunemente consistevano in diversi tipi di chemioterapia, steroidi, chemioterapia ad alte dosi e trapianto di cellule staminali. Adesso lo scenario sta cambiando grazie all'avvento di farmaci 'intelligenti' capaci di bloccare la proliferazione del tumore e anticorpi che aiutano il sistema immunitario a tenerlo sotto controllo. Molte speranze, soprattutto per il trattamento delle forme recidivanti, sono riposte su nuove opzioni terapeutiche come carfilzomib, inibitore del proteasoma cellulare recentemente approvato dall'Ema che, in combinazione con lenalidomide e desametasone, determina una risposta profonda, con un incremento della sopravvivenza senza progressione di malattia pari a 26,3 mesi, con una riduzione significativa del dolore osseo e miglioramento della qualità di vita.

"Con l'introduzione dei nuovi farmaci - ha detto Valerio De Stefano, direttore Area di Ematologia presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma - la sopravvivenza mediana dei pazienti è quasi raddoppiata. Questo dato è molto più significativo nella popolazione più anziana, non candidabile alle strategie trapiantologiche, e ha di fatto rivoluzionato la storia naturale della malattia. La disponibilità di un armamentario terapeutico complesso ci permette sia di adottare trattamenti di salvataggio efficaci in caso di ripresa di malattia sia di prescrivere nelle fasi di risposta clinica terapie di mantenimento sostenibili sul piano clinico".

"Carfilzomib - dice Ermanno Paternò, Medical Director Amgen - oltre a migliorare la sopravvivenza, presenta un buon profilo di tollerabilità, con un impatto contenuto in termini di effetti collaterali. Ma desideriamo rendere concreta la nostra vicinanza ai pazienti anche con il supporto a campagne di comunicazione di qualità che aumentino consapevolezza e conoscenza, con ricadute positive per l'intero sistema".

Le stazioni della metropolitana coinvolte saranno a Milano: Stazione Centrale, Garibaldi, Duomo e Cadorna; a Roma: Policlinico, Bologna, San Giovanni e Ottaviano. Il gruppo vocale I SeiOttavi si esibirà per 30 minuti con performance in prossimità delle stazioni. Inoltre, nelle aree antistanti i tornelli di ingresso saranno allestiti corner in cui saranno distribuiti l'opuscolo '10 cose da sapere sul mieloma multiplo' e i gadget della campagna, che proseguirà la sua vita anche sul web con una pagina dedicata sul sito www.favo.it.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza