cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 23:53
Temi caldi

Coronavirus, a Rozzano prof trasformano maschere snorkeling in respiratori

04 aprile 2020 | 14.14
LETTURA: 2 minuti

L'iniziativa, resa possibile grazie alla stampa di raccordi di polimero, è realizzata dall'Istituto Monte Amiata

alternate text

Un aiuto concreto agli ospedali in questo periodo di emergenza sanitaria arriva anche dalle scuole. In particolare dall'istituto Monte Amiata, all'interno della scuola media Curiel di Rozzano (Mi) dove, qualche giorno fa, alcuni professori volontari, coordinati dalla dirigente scolastica Monica Barbara Mansi, hanno iniziato a produrre la stampa di raccordi in polimero naturale per adattare le maschere da snorkeling di Decathlon ad uso sanitario. Ad oggi sono pronti 7 kit, ciascuno composto da una maschera corredata da quattro raccordi Charlotte, quattro camicie di rinforzo e due raccordi Dave. Grazie a queste modifiche, le maschere da snorkeling possono diventare degli efficaci respiratori per chi si trova in ospedale. Proprio agli ospedali sono destinati, gratuitamente, questi kit.

"Sono fiero di aver sostenuto questa iniziativa - spiega il sindaco, Gianni Ferretti - e raccomando ad ogni cittadino di fare la propria parte: stare a casa". A rendere concreta quella che sino a pochi mesi fa sembrava essere soltanto una suggestione è la stampante 3D del laboratorio Robohub della scuola, che solitamente viene utilizzata con gli studenti per le attività didattiche e che oggi invece assume anche un ruolo sociale. Il progetto è realizzato su suggerimento del Politecnico di Milano e vede la collaborazione con il Comune di Rozzano e con l’aiuto dell’azienda Tie srl di Caronno Pertusella per la stampa delle valvole.

"Aver accolto la sfida di Isinnova e l’invito del Politecnico rappresenta un modo concreto per rendersi utili in tale emergenza - sottolinea l'assessore all'Istruzione Maira Cacucci - pertanto rendiamo pubblica la disponibilità immediata alla consegna dei kit a qualsiasi ospedale ne abbia necessità. La raccolta delle maschere Decathlon è ancora in corso: anch’esse sono a disposizione delle aziende o privati che stanno producendo le valvole e ne avessero bisogno".

Importante è anche l'aiuto dei comandi di polizia locale di Rozzano, Olgiate Olona e Legnano, della Protezione civile di Rozzano e di Legnano che si sono adoperati tutti per la raccolta delle maschere Decathlon donate dalla cittadinanza.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza