cerca CERCA
Giovedì 16 Settembre 2021
Aggiornato: 17:10
Temi caldi

Coronavirus, al via test a Malpensa: "Prioritari tamponi a lombardi e stranieri"

20 agosto 2020 | 16.21
LETTURA: 1 minuti

Trivelli: "Se in un giorno ci sono 6mila arrivi bisogna fare una selezione"

alternate text
(Fotogramma)

"Tendenzialmente i tamponi li facciamo a tutti" in aeroporto. "Ma se ci sono circa 6mila arrivi oggi e noi possiamo farne entro stasera ragionevolmente mille, bisogna fare una selezione, visti i flussi. E dovendo selezionare, chi è prioritario? Gli stranieri perché non si intercettano più, quindi se sono portatori involontari di contagio bisogna possibilmente intercettarli lì. E la seconda priorità sono i cittadini lombardi, per alleggerire soprattutto Milano, e se c'è spazio chiunque altro". A chiarirlo oggi in conferenza stampa a Malpensa è stato il direttore generale Welfare della Regione Lombardia, Marco Trivelli.

Il riferimento è a un aspetto dello screening previsto in aeroporto, già evidenziato ieri in un comunicato dell'Ats Insubria. L'attività di testing avviata oggi all'aeroporto di Malpensa per chi proviene da Spagna, Grecia, Croazia e Malta, in collaborazione fra Ats Insubria, Asst Valle Olona e Asst Sette Laghi, si legge nella nota, "sarà riservata ai cittadini lombardi o ai viaggiatori stranieri che hanno in programma di permanere in Lombardia. Per i passeggeri in transito, residenti o diretti in altre località fuori regione e per i cittadini lombardi impossibilitati ad effettuare il tampone in aeroporto, vige l'obbligo di rivolgersi all'Asl/Ats di competenza territoriale della destinazione finale, per la presa in carico e l'attività di testing". Un aspetto che ha suscitato il commento anche dell'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato, il quale ha definito "grave" la disposizione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza