cerca CERCA
Venerdì 27 Maggio 2022
Aggiornato: 04:56
Temi caldi

Coronavirus, Assotende: "Aprire ora in sicurezza per non perdere stagionalità settore"

17 aprile 2020 | 15.57
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

"Vogliamo tornare a produrre aprendo le aziende che operano in sicurezza e che con il loro impegno possono aiutare l’intero settore delle tende, delle protezioni solari e dell’outdoor a superare la crisi innescata dall’emergenza Covid-19. Aprire ora certi di operare nella legalità può ancora permettere al settore di non perdere quegli elementi di stagionalità che soli possono caratterizzare le attività commerciali e industriali del settore”. Lo dichiara il presidente di Assotende, Associazione delle aziende del settore delle tende, delle schermature solari, dei sistemi di comando e automazione e dei tessuti tecnici, Gianfranco Bellin.

“Centinaia di imprenditori - spiega - si sono preparati a riprendere le attività in sicurezza e con loro i loro rivenditori, gli show room e i professionisti. Tutti impegnati a credere di poter rispettare le misure di sicurezza senza dover ‘interpretare’ le indicazioni dei decreti”.

“Chiedo ai nostri soci e agli imprenditori di settore - dice - di tenere conto dei vincoli e delle indicazioni del Governo resi obbligatori dall'emergenza Covid -19 perché anche così proteggiamo e valorizziamo una cultura di settore e una professionalità unica. Ma chiedo al Governo di considerare la natura stagionale delle nostre attività dove ogni giorno di chiusura non migliora la sicurezza della produzione, ma certamente indebolisce le aziende e ne aggrava la crisi. Le nostre aziende sono preparate e pronte alla riapertura delle attività produttive ma data la stagionalità della nostra attività la primavera sta ormai passando, possiamo ancora dare stimolo e risorse al mercato, ma persa questa opportunità la crisi sarà forte e non tutte le nostre aziende avranno gli strumenti per sostenere gli sforzi e gli investimenti necessari”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza