cerca CERCA
Martedì 19 Gennaio 2021
Aggiornato: 16:27

Coronavirus, il ministro: "Aiuti a lavoratori in nero? Sommerso esiste..."

24 marzo 2020 | 10.55
LETTURA: 2 minuti

Peppe Provenzano: "Non possiamo mettere la testa sotto la sabbia"

alternate text
Fotogramma
Roma, 24 mar (Adnkronos)

"Al Sud dopo questa crisi, se sarà prolungata, rischiamo il collasso sociale". Lo ha detto Peppe Provenzano a Rainews24 spiegando: "La quota di sommerso che esiste ha riflessi nell'economia reale, per questo abbiamo la necessità di avere misure più universalistiche. Nel Dl abbiamo sostenuto i lavoratori, ma tutto questo non copre quella quota che esiste, non possiamo mettere la testa sotto la sabbia".

Il ministro per il Sud ha sottolineato: "Abbiamo il dovere di offrire alternative, con investimenti, creando lavoro buono e con sostegni. Se non lo facciamo noi l'alternativa la offrono altri, la criminalità organizzata, a chi lavora in nero. Anche il sommerso sarà colpito dalla crisi, per evitare che ce lo troviamo dopo dobbiamo offrire una alternativa".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza