cerca CERCA
Sabato 08 Maggio 2021
Aggiornato: 02:03
Temi caldi

Coronavirus, solo un contagio in Cina e 20 nuovi casi 'importati'

17 marzo 2020 | 07.58
LETTURA: 3 minuti

Registrati altri 13 decessi. Tornano a crescere i casi in Corea del Sud

alternate text
(Afp)

La Cina oggi ha reso noto il bilancio di 21 nuovi casi di coronavirus, 20 dei quali sono tutti "importati" mentre uno solo è il risultato di un contagio sul territorio nazionale. La commissione nazionale per la Sanità ha reso noto inoltre che si sono registrati altri 13 decessi a causa del Covid-19.

Già domenica scorsa si era registrato il sorpasso dei casi di coronavirus di pazienti provenienti dall'estero rispetto ai contagi avvenuti in Cina, il Paese da dove lo scorso dicembre è partita la pandemia. Da allora in Cina hanno contratto il virus 80.881 persone, 3226 sono morte e 68.679 sono guarite.

Corea del Sud - Dopo giorni di progressivo calo del numero dei contagi, in Corea del Sud si è registrato un lieve aumento nel numero dei casi di coronavirus. Le autorità sanitarie oggi hanno reso noto che ieri sono state riscontrate 84 nuove infezioni, in particolare nella città di Seongnam, a sud di Seul. Per la prima volta il numero dei contagi riportati nella capitale e nella provincia di Gyeonggi supera quelli registrati a Daegu, la città del focolaio originario che ha avuto l'80% degli 8320 casi di coronavirus riportati finora nel Paese. I decessi provocati dalla Covid-19 sono 81.

India - L'India registra il suo terzo morto a causa del nuovo coronavirus e il primo caso a Mumbai. La vittima è un uomo di 64 anni rientrato da Dubai, come riferiscono i media locali. Sono invece saliti a 125 i contagi nel Paese, tra cui 22 cittadini stranieri, come riferiscono fonti ufficiali. Per contenere la diffusione del Covid-19 le autorità indiane hanno chiuso tutti i monumenti, tra cui il Taj Mahal, oltre che a una serie di luoghi pubblici come teatri, centri commerciali, piscine e palestre.

Pakistan - Sono 130 i nuovi casi di Covid-19 in Pakistan, dove è salito a 184 il numero totale dei contagiati. Lo ha reso noto il portavoce del ministero della Sanità pakistano alla Dpa. La maggior parte dei contagi si è registrato nella città di frontiera di Taftan, dove centinaia di pakistani sono stati posti in quarantena dopo essere rientrati dall'Iran. Le autorità sanitarie prevedono che il numero delle persone contagiate aumenti ulteriormente, in quanti sono in molti in attesa di conoscere l'esito del test. Intanto, per contenere la diffusione del nuovo coronavirus, il Pakistan ha chiuso le sue frontiere con Iran e Afghanistan, limitato i voli internazionali a soli tre aeroporti e vietato gli assembramenti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza