cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 00:27
Temi caldi

Coronavirus, in Cina il contagio continua a rallentare

10 marzo 2020 | 07.54
LETTURA: 3 minuti

Registrati 19 nuovi casi e 17 morti, è il numero più basso dall'inizio dell'epidemia. Anche in Corea del Sud scende il numero dei contagiati

alternate text
Foto AFP

Continua a rallentare a grande ritmo il contagio in Cina, dove si è registrato anche il minor numero di decessi da quando è esplosa l'epidemia di coronavirus quasi due mesi fa. Secondo quanto riferito dalla commissione sanitaria nazionale, sono stati registrati 19 nuovi casi e 17 vittime: 17 dei nuovi casi sono stati rilevati nella provincia di Hubei, epicentro del focolaio, così come le 17 vittime. Un nuovo caso è stato registrato a Pechino e uno nella provincia di Guangdong.

A sette settimane dall'esplosione dell'epidemia, in Cina si contano 3.136 morti e 80.754 contagi. Lo ha riferito il ministero della Sanità di Pechino. I pazienti dimessi sono invece 1.297, mentre il numero dei casi gravi si è ridotto di 317 unità, a 4.797.

Qianjiang, città con un milione di abitanti nella provincia cinese di Hubei, annuncia il ritorno alla normalità. Qianjiang è "la prima città" della provincia del gigante asiatico più colpita dall'epidemia di coronavirus "a revocare il lockdown", scrive il Global Times. Le autorità di Qianjiang hanno annunciato che "la città tornerà alla normalità nei prossimi giorni, con la revoca dei checkpoint lungo le strade, il ripristino del trasporto pubblico e la ripresa del lavoro delle aziende e della produzione", si legge in un tweet del Quotidiano del Popolo.

La stampa ufficiale della Repubblica Popolare sottolinea come si tratti del "primo annuncio di questo tipo" nella provincia Hubei. A fine febbraio Qianjiang aveva fatto parlare di sé per la decisione delle autorità locali di concedere ricompense a chi avesse denunciato sintomi riconducibili alla Covid-19 e fosse poi risultato positivo ai test. Qianjiang si trova a circa 130 km da Wuhan, la città cinese di Hubei in cui si è inizialmente manifestato il coronavirus.

Si conferma anche in Corea del Sud il rallentamento del contagio: per la prima volta in due settimane nel Paese sono stati registrati 'solo' 131 nuovi casi. Tre le vittime, invece, ieri, per un totale di 54 decessi. Lo ha reso il Centro per la prevenzione ed il controllo delle malattie di Seul: "Il numero dei nuovi casi di Covid-19 sta scendendo, così possiamo dire che il tasso di aumento dei contagi si sia fermato". E' il quarto giorno consecutivo che in Corea del Sud si registra un calo nel numero di casi positivi al coronavirus.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza