cerca CERCA
Mercoledì 04 Agosto 2021
Aggiornato: 08:13
Temi caldi

Coronavirus, in Svizzera 842 morti e più di 22mila contagi

08 aprile 2020 | 13.37
LETTURA: 2 minuti

Confrontati con quelli della settimana scorsa, i numeri attuali appaiono dunque incoraggianti. Il Ticino resta il cantone dove l'incidenza della malattia (casi per 100.000 abitanti) è più alta (748)

alternate text
(Foto Afp)

Sale a 22789 (+547 rispetto a ieri) il numero di casi confermati di coronavirus in Svizzera. Stando ai dati odierni dell'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp), i decessi legati al Covid-19 sono 705 (+64). Ma secondo un conteggio dell'agenzia Keystone-ATS, che si basa sui dati dei Cantoni, i morti causati dall'epidemia sono 842. L'Ufsp si appoggia invece sugli annunci di laboratori e medici, il che spiega la discrepanza.

L'aumento di casi registrato nelle ultime 24 ore è sulla falsariga dei giorni precedenti. Tra lunedì e martedì era stato ad esempio di 590 unità, tra domenica e lunedì di 552. Confrontati con quelli della settimana scorsa, quando l'incremento quotidiano era costantemente sopra i 1000 contagi, i numeri attuali appaiono dunque incoraggianti. Nel suo rapporto odierno, l'Ufsp precisa inoltre che dei 171.938 test effettuati finora, circa il 15% è risultato positivo.

Il Ticino resta il cantone dove l'incidenza della malattia (casi per 100.000 abitanti) è più alta (748). Seguono Ginevra (715.3), Vaud (556.3) e Basilea Città (490.3). In generale, la Svizzera (266) ha uno dei tassi più alti d'Europa. In Ticino, le autorità hanno annunciato oggi altri 60 casi (2.659 in totale) e 13 vittime, il che porta i decessi a quota 211. Nei Grigioni le infezioni sono 668 (+11) e i morti 34 (+3). L'Ufsp ha anche comunicato i dati relativi a 2.622 pazienti ospedalizzati. L'87% aveva almeno una patologia pregressa. La loro età media è di 71 anni (50% delle persone ricoverate ha un'età inferiore, 50% un'età superiore). L'età media dei morti è invece pari 84 a anni e il 98% soffriva di una malattia preesistente.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza