cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 12:24
Temi caldi

Coronavirus, lo sfogo da Vo': "Senza lavoro finiamo per strada"

24 febbraio 2020 | 15.47
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Afp)

"Mi sembra di vivere in un film! Siamo come in galera, ma io sono fermo con il lavoro e chi mi paga questi giorni?". Sul gruppo Facebook 'Sei di Vo' se...' lo sfogo dei cittadini messi in isolamento dopo i casi di coronavirus. Tra i problemi più sentiti, le ripercussioni economiche dovute alla perdita di lavori saltuari fuori dal Comune, o alla chiusura di attività. "Ero in regola a Caorle fino a fine marzo, non ho parole", scrive Valter. "Stessa situazione", lamenta anche Ludovica: "Siamo in due a non portare a casa nulla e l'affitto potrebbe saltare già da questo mese. E c'è chi continua a dire di non pensare a questo... sicuramente hanno il c**o ben parato e hanno il coraggio di parlare. Non me ne importa di arricchirmi - dice - ma di non finire in mezzo ad una strada sì".

"Siamo tutti nella stessa barca - scrive Maristella - . Bisogna portare pazienza tutti hanno disagi, sia i lavoratori, sia gli imprenditori, sia i commercianti. Ma è inutile lamentarsi dobbiamo giustamente stare alle regole e sperare che la situazione si risolva al più presto!".

C'è però anche chi come Denis la prende con filosofia, invitando tutti a usare questo tempo di quarantena per chiudersi in casa a fare l'amore. Trovando subito sponda in Maria Tiziana e in Daniele che ironizza: "Gli effetti del coronavirus si vedranno tra 9 mesi non tra 20 giorni". Ma tra ironia, ansia e rassegnazione arriva anche la solidarietà di cittadini di altre città e regioni per un "popolo di grandi persone, popolo che non molla", come scrive Stefania da Genova.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza