cerca CERCA
Martedì 11 Maggio 2021
Aggiornato: 23:48
Temi caldi

Coronavirus Napoli, de Magistris: "Ospedali in tilt"

09 marzo 2021 | 16.18
LETTURA: 2 minuti

Il sindaco: "Reparti allo stremo, pressione altissima per contagio"

alternate text
- (Fotogramma)

"Gli ospedali di Napoli sono allo stremo" per il covid. "Dai dati sembra una situazione tutto sommato sotto controllo, invece la pressione è altissima soprattutto sugli ospedali più attrezzati". Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenuto a "Tagadà" su La7 lancia l'allarme sulla tenuta degli ospedali della città per l'alto numero di contagi da coronavirus. "Poi c'è sempre il tema dei posti letto in terapia intensiva sulla carta - ha aggiunto de Magistris - ma è un altro discorso annoso che va avanti da un anno. La situazione a Napoli e in Campania è molto complicata".

"Io vaccinato? No, non so quando sarà il mio turno. Non sono De Luca, io", ha detto rispondendo alla domanda se si fosse già sottoposto a vaccinazione anti Covid, mentre il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha già ricevuto entrambe le dosi. "Stava vivendo una sindrome della paura, l'ha presa lui invece di chi aveva diritto. Io mi riconosco in Mattarella e nel Papa, quando arriverà il nostro turno noi staremo lì", ha aggiunto de Magistris.

Quindi, il candidato alla presidenza della Calabria ha fatto riferimento allo slittamento del voto regionale. La finestra tra il 15 settembre e il 15 ottobre alla quale sono state rinviate le elezioni regionali in Calabria "è troppo lontana, secondo me era giusto rinviare ma bisognava provare a fine giugno", ha detto. "Una Regione come la Calabria, allo sbando da un punto di vista politico e con una situazione drammatica da un punto di vista sanitario - ha aggiunto de Magistris - non può stare senza un presidente eletto dal pooplo. Io credo che il rinvio da giugno a settembre sia un rinvio politico perché soprattutto alcune forze politiche evidentemente non sono in grado di reggere l'onda d'urto popolare. E' il tentativo da parte di alcune forze politiche in affanno di recuperare una grande difficoltà che stanno vivendo, in particolare il Partito democratico e il Movimento 5 Stelle". In vista dell'entrata nel vivo della campagna elettorale, de Magistris ha spiegato che "avendo rinviato le elezioni tra il 15 settembre e il 15 ottobre io girerò molto soprattutto nella fase estiva, quando ci auguriamo tra le vaccinazioni e la discesa della curva dei contagi si potrà fare quel che mi è più congeniale, stare vicino alla gente. Farò una campagna elettorale fuori dagli apparati e tra la gente, e così come ho vinto a Napoli, così vincerò in Calabria".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza