cerca CERCA
Lunedì 14 Giugno 2021
Aggiornato: 11:29
Temi caldi

Coronavirus, Salone del Mobile rinviato a giugno

25 febbraio 2020 | 16.25
LETTURA: 2 minuti

L'annullamento avrebbe creato un danno stimato in 120 milioni di euro. Il sindaco Sala d'accordo: "Decisione giusta, Milano non può fermarsi"

alternate text
(Fotogramma)

A quanto apprende l'Adnkronos, il Salone del Mobile di Milano previsto ad aprile sarà rinviato a giugno, dal 16 al 21, per l'emergenza coronavirus. La manifestazione avrebbe dovuto andare in scena a Milano dal 21 al 26 aprile.

L'annullamento avrebbe creato un danno di notevole entità, superiore, si stima, ai 120 milioni di euro. La manifestazione dell'anno scorso si era chiusa con oltre 386 mila visitatori provenienti da 181 paesi.

In ballo ci sono mercati di riferimento importantissimi come l'Asia stessa, ma anche sbocchi decisivi per l'export europeo, come Germania e Francia. Lo stesso presidente del Salone Claudio Luti, non ha esitato a definire il Salone ''non una semplice fiera, ma un posto dove si fa business''. Per questa edizione sono attesi oltre 2200 espositori.

In una nota, il Salone del Mobile spiega che "la conferma della manifestazione - fortemente appoggiata dal sindaco di Milano Giuseppe Sala - consente alle imprese, chiamate a un'importante prova di responsabilità, di presentare il proprio lavoro già finalizzato al pubblico internazionale che attende l'appuntamento annuale con il Salone del Mobile Milano quale punto di riferimento della creatività e del design".

Dopo l'anticipazione Adnkronos, il sindaco Sala in un video della pagina del Salone del Mobile postato su Facebook ha affermato: "E' una decisione giusta. Io sto chiedendo agli amici del settore dell'arredamento uno sforzo perché Milano non può fermarsi. Dobbiamo oggettivamente lavorare perché questo virus non si diffonda, ma non si deve nemmeno diffondere il virus della sfiducia. Milano deve andare avanti".

Sala ha inoltre rivolto un appello al governo perché aiuti il settore del design. "E' importante che come sempre ognuno faccia la sua parte. Chiedo al governo di intervenire e di dare una mano per un settore fondamentale per la nostra economia e faccio un appello agli albergatori: quest'anno dobbiamo avere molta attenzione a determinare i prezzi delle camere".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza