cerca CERCA
Mercoledì 26 Gennaio 2022
Aggiornato: 18:31
Temi caldi

Coronavirus: sui social impazza #torniamoliberi, tra favorevoli e contrari

28 aprile 2020 | 16.41
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Il discorso del premier Giuseppe Conte agli italiani sulla 'fase 2' del paese fa discutere animatamente il web, spaccato a metà tra chi si aspettava una riapertura maggiore, soprattutto dal punto di vista del ritorno ad una 'normalità' della vita sociale, e chi mette in guardia dalle conseguenze di 'concessioni' troppo frettolose. Su Twitter, uno dei trend topic è da stamattina #torniamoliberi, che accende la discussione fra favorevoli e contrari.

"Con ancora 300 (!) morti e migliaia di contagiati al giorno, protestano tutti -scrive il giornalista Emiliano Fittipaldi- Mai amato Conte, ma inizia a starmi simpatico".

Di parere totalmente opposto è Daniele Capezzone, 'paladino' dell'hashtag. "Conte non è proprietario delle nostre vite e delle nostre libertà -dice l'ex parlamentare- Nel rispetto di precauzioni e distanze, torniamoLiberi. Vogliamo uscire, lavorare, vivere, con libertà e responsabilità". "Costituzione della Repubblica italiana, articolo 13: la libertà personale è inviolabile. TorniamoLiberi", gli fa eco lo storico e scrittore Marco Gervasoni.

"L'hashtag #torniamoliberi significa #torniamocontagiati", controbatte il giornalista e autore Luca Bottura. "A tutti gli irresponsabili del 'torniamoliberi: in Germania con la riapertura risale l'indice del contagio, in Francia slitta il rientro a scuola -affonda la giornalista e conduttrice Luisella Costamagna- Volete ritornare a messa per i funerali?".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza