cerca CERCA
Martedì 26 Gennaio 2021
Aggiornato: 15:45

Coronavirus Svizzera, finiti i posti in terapia intensiva

18 novembre 2020 | 14.35
LETTURA: 1 minuti

L'allarme della società di medicina intensiva

alternate text
(Afp)
Roma, 18 nov (Adnkronos Salute/Ats)

In Svizzera non ci sono più posti letto nei reparti di terapia intensiva, e nonostante gli sforzi dei medici di tutto il Paese la situazione è tesa. A lanciare l'allarme è Società svizzera di medicina intensiva (Ssmi). "Gli 876 letti certificati e riconosciuti dalla Ssmi, normalmente disponibili in Svizzera per il trattamento degli adulti, attualmente sono praticamente tutti occupati", indica l'associazione in un comunicato, riferendo dati raccolti dal Sistema di informazione e di intervento del Servizio sanitario coordinato (Ssc), struttura che dipende dallo Stato Maggiore dell'Esercito.

Oltre alla creazione di nuovi posti, il sovraccarico ha potuto essere evitato grazie al rinvio di operazioni non urgenti, precisa la nota. Per far fronte a situazioni critiche locali, si è fatto ampio ricorso al trasferimento di pazienti in altri cantoni e anche al di fuori della regione linguistica. Queste misure sono "difficili" per i malati e i loro familiari, riconosce la Ssmi, riferendo che "i reparti di terapia intensiva sono al limite della loro normale capacità di posti letto, ma stanno facendo del loro meglio per far fronte a un afflusso di pazienti in condizioni critiche, maggiore della prima ondata di Covid-19, e per continuare a trattare tutti i pazienti gravemente malati in futuro".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza