cerca CERCA
Domenica 24 Ottobre 2021
Aggiornato: 09:18
Temi caldi

Coronavirus, torna l'allarme in Corea del Sud

09 maggio 2020 | 10.14
LETTURA: 1 minuti

Locali chiusi a Seul

alternate text
(foto Afp)

Locali e discoteche chiusi fino a nuovo ordine a Seul. Ai locali della capitale sudcoreana è stato imposto lo stop alle attività dopo nuovi contagi che si ritiene siano collegati ai nightclub della città. Il sindaco di Seul, Park Won-soon, ha annunciato in mattinata l'ordine immediato di chiusura "tutti i club, bar, 'room salons' e altri locali notturni", minacciando - riporta l'agenzia Yonhap - "punizioni severe" in caso di violazioni, dopo che è scattato l'allarme per nuovi casi registrati nella zona di Itaewon.

L'agenzia Yonhap parla di decine di nuovi casi collegati a un 29enne risultato positivo ai test per il coronavirus: lo scorso fine settimana il ragazzo era stato in cinque locali di Itaewon. I Centri di controllo e prevenzione delle malattie (Kcdc) parlano di un totale di almeno 27 casi confermati collegati al giovane.

Il rischio è che siano molto di più. Nei locali interessati dai nuovi casi, riporta ancora la Yonhap, sono entrate almeno 1.500 persone. Così le autorità hanno chiesto a tutti coloro che sono stati nei locali e nei nightclub di Itaewon tra il 29 aprile e mercoledì scorso di sottoporsi ai test e restare in casa.

In Corea del Sud sono in totale 10.840 i casi dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 256 i morti a causa della pandemia di coronavirus. Oggi le autorità sanitarie hanno confermato 18 nuovi casi, 17 dei quali collegati al giovane che è stato nei locali di Itaewon.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza