cerca CERCA
Mercoledì 25 Maggio 2022
Aggiornato: 15:14
Temi caldi

Corruzione, ai domiciliari ex vicesindaco di Pavia Filippi: arrestò capo delle Br Moretti

13 marzo 2014 | 10.07
LETTURA: 2 minuti

alternate text

L'ex vicesindaco di Pavia, Ettore Filippi e l'imprenditore edile Ciro Manna, sono stati arrestati questa mattina per corruzione, minacce aggravate e altri reati. Le ordinanze di custodia cautelare, emesse dal gip, sono state eseguite a Pavia e Zinasco dai Comandi provinciali dei carabinieri e della Guardia di Finanza di Pavia.

Le misure cautelari sono state emesse al termine dell'indagine denominata 'Punta Est', che già ha portato nel 2012 al sequestro di un cantiere di 9.000 metri quadrati del valore di circa 3.000.000 di euro, e all'emissione di misure cautelari e interdittive nei confronti di un professore dell'università di Pavia, un imprenditore pavese e un dirigente del settore Ambiente e territorio del Comune di Pavia.

Filippi, che come l'imprenditore Manna è stato sottoposto agli arresti domiciliari, è l'uomo che arrestò il capo delle Br Mario Moretti. E' stato infatti dirigente delle Volanti della Questura di Milano e vicequestore della squadra mobile di Pavia. In passato era stato accusato dagli uomini del clan Epaminonda di avere rapporti con la mafia; fu arrestato e successivamente riconosciuto innocente e riabilitato. Poi l'esordio in politica. E' accusato di aver preso soldi in cambio di agevolazioni a imprenditori locali per delle concessioni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza