cerca CERCA
Venerdì 28 Gennaio 2022
Aggiornato: 07:28
Temi caldi

Costa Rica, italiano freddato in un agguato

25 maggio 2018 | 12.21
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(da Twitter /'Fuerza Publica Costa Rica')

Un imprenditore genovese è stato ucciso in Costa Rica, in un agguato davanti all'ambasciata italiana. Sulla morte di Salvatore Ponzo, 36 anni, la Procura di Roma ha aperto un'indagine per omicidio: il procedimento è stato affidato dal procuratore aggiunto Francesco Caporale al sostituto Maria Letizia Golfieri.

Sempre in Costa Rica, lo scorso 21 maggio, è stato trovato morto un altro italiano, Stefano Calandrelli, e anche su questo caso i pm capitolini hanno avviato una indagine.

A quanto riporta 'Il Secolo XIX', l'uomo - che con la sua azienda “Tierra Nuestra Latina” esportava ananas e altri prodotti ortofrutticoli verso l’Europa - era insieme alla fidanzata ecuadoriana, Toaquiza Lopez, 26 anni, ferita e ora ricoverata in gravissime condizioni dopo l'agguato a San Josè, davanti all'ambasciata.

L'AGGUATO - I due avevano appena lasciato la sede diplomatica e si stavano avvicinando al loro pick-up parcheggiato lì vicino quando, ha raccontato un testimone, "è comparsa una moto: sopra erano in due, il volto nascosto da un casco, uno ha estratto una pistola e ha fatto fuoco, facendoli stramazzare a terra".

CACCIA ALL'UOMO - L’omicidio è avvenuto mercoledì in tarda mattinata, nella zona di Los Yoses, Monte Local. Il responsabile della polizia Daniel Calderon ha spiegato che è in corso una massiccia caccia all’uomo e allo stato non è ancora chiaro il movente.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza