cerca CERCA
Mercoledì 27 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:37
Temi caldi

Campania, De Luca: "Da venerdì coprifuoco alle 23"

20 ottobre 2020 | 13.41
LETTURA: 2 minuti

La richiesta sarà analoga a quella già presentata dalla Regione Lombardia e cioè "il blocco delle attività e della mobilità dalle ore 23". Alle elementari da lunedì si torna in classe. Allarme medici: "Napoli è malata". Ricciardi: "Lockdown mirati a Milano e Napoli". De Magistris: "Errori gravi, sarà lockdown".

alternate text
(Foto Fotogramma)

La Regione Campania chiederà il coprifuoco dalle ore 23 nel fine settimana già a partire dal prossimo venerdì. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, oggi in visita all'Ospedale del Mare. "Volevamo partire dall'ultimo weekend di ottobre, ma partiamo ora", ha spiegato De Luca. La richiesta sarà analoga a quella già presentata dalla Regione Lombardia e cioè "il blocco delle attività e della mobilità dalle ore 23".

Ricciardi: "Lockdown mirati a Milano e Napoli"

Allarme medici: "Napoli è malata". De Magistris: "Errori gravi, sarà lockdown"

In Campania si va verso il ritorno della didattica in presenza per le scuole elementari da lunedì, ha annunciato allo stesso tempo De Luca spiegando che in mattinata si è tenuta una riunione tra l'assessore all'istruzione Lucia Fortini e le organizzazioni scolastiche "che hanno concordato sulle misure per la scuola su cui il Tar ci ha dato ragione". E aggiungendo che "autorizziamo da subito progetti speciali per bambini disabili e autistici e, da lunedì, anche le attività delle elementari. Ovviamente i dirigenti scolastici devono rivolgersi alle Asl per garantire che ci siano le condizioni di sicurezza". Nella riunione, ha sottolineato De Luca, "si è deciso che il presupposto per riaprire deve essere la garanzia delle condizioni sanitarie. Questa è la garanzia che non può essere scaricata sui presidi, ma sulle Asl".

"Abbiamo chiesto alla Protezione civile 600 medici e 800 infermieri. Ad oggi abbiamo avuto assicurazione di 50 medici in più e 100 infermieri, quindi siamo clamorosamente al di sotto delle esigenze minime poste dalla Regione Campania", ha detto De Luca. "Ad oggi non è arrivato nulla, vedremo nei prossimi giorni. Per il resto faremo miracoli per reperire dagli altri reparti gli anestesisti che saranno necessari", ha aggiunto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza