cerca CERCA
Martedì 22 Giugno 2021
Aggiornato: 19:29
Temi caldi

Covid Campania, De Luca: "Quest'anno Natale e Capodanno non esistono"

11 dicembre 2020 | 15.40
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

"Dobbiamo avere il coraggio di dire ai nostri concittadini che quest'anno Natale, Capodanno, non esistono". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in vista delle feste che saranno condizionate dalle misure contro la diffusione del coronavirus.

"Secondo i media c'è un assedio delle Regioni nei confronti del Governo per chiedere provvedimenti meno rigorosi. La Regione Campania chiede provvedimenti più rigorosi, non meno. Mi auguro che anche il sistema informativo trasmetta notizie rispondenti alla realtà", sottolinea De Luca.

"Devono essere giorni di raccoglimento familiare, religioso, ma non possono essere i giorni delle feste normali, altrimenti andiamo al disastro. Abbiamo visto alcune immagini di Torino e di Milano appena usciti dalla zona rossa, una valanga di persone nelle strade del commercio e della movida. Possiamo deciderci di impiccarci con le nostre mani".

"Dobbiamo sapere che in queste due settimane noi ci giochiamo il futuro del nostro Paese. Decidiamo cioè nell'arco di una decina di giorni, a seconda delle decisioni che prendiamo, se ci sarà un'ecatombe a gennaio oppure no".

"Mi auguro - ha aggiunto De Luca - che sia chiaro il problema che è di fronte al nostro Paese. Continuiamo ad avere 800-900 morti al giorno e riprendiamo la manfrina che abbiamo registrato nel periodo estivo, soprattutto per iniziativa di tante Regioni del Nord che stanno pagando oggi il rilassamento che hanno avuto nei mesi passati. Sono state alcune Regioni del Nord che a maggio e a giugno hanno iniziato la pressione: apriamo tutto, i centri commerciali, le discoteche, i luoghi di ritrovo. Oggi i dati delle terapie intensive ci presentano un quadro di questo tipo: abbiamo oggi 140 ricoveri in Campania, il doppio in tante regioni del Nord e del Centro". La Regione Campania, ha ribadito De Luca, "è collocata sulla linea di sempre: noi vogliamo aprire tutto ma per sempre, non aprire una settimana, cedere alla demagogia e poi dover richiudere per mesi, a cominciare dal 2021".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza