cerca CERCA
Domenica 18 Aprile 2021
Aggiornato: 22:54
Temi caldi

Covid, chef Buonanno: "Magistrati giocano in casa, nessuna rappresentanza politica per noi"

30 marzo 2021 | 18.21
LETTURA: 1 minuti

alternate text
Carmine Buonanno

"Quanto richiesto dai magistrati è qualcosa che ci destabilizza, non ci lascia sereni. Si tratta di categorie più forti, che hanno un peso specifico rispetto alla nostra, organi dello Stato che giocano in casa. Noi ristoratori, invece, non abbiamo ad oggi una rappresentanza 'politica' che possa tutelarci o difenderci". E' quanto ha dichiarato all'Adnkronos Carmine Buonanno, executive chef Aleph Rome Hotel, commentando la richiesta dei magistrati di lavorare di meno se non verrà fatto loro il vaccino.

"Anche noi chiediamo di fare vaccini sicuri, ma soprattutto vogliamo lavorare in sicurezza. Ed è quello che stiamo facendo da oltre un anno - ha ricordato Carmine Buonanno - Non abbiamo mai avuto problemi all'interno dei nostri alberghi e ristoranti, nessuna notizia di focolai - covid, a parte quello che è accaduto in Sardegna la scorsa estate. Chiediamo di ritornare alla normalità. E mi trovo assolutamente d'accordo con il commissario Figliuolo - ha concluso - Se ci sono fiale di vaccino inutilizzate è giusto mettersi in fila per non sprecare la dose. E' quello che ha fatto il giornalista Andrea Scanzi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza